EVENTS: Torino Comics&Games 2015

Eccomi qua! 😀

Questo weekend sono stata al Torino Comics, che si tiene al Lingotto Fiere. Ve ne parlo un po’, mostrandovi le foto (poche, mi spiace!) dei cosplayers che ho incontrato e parlandovi dei pro e contro che ho riscontrato quest’anno (molti più contro che pro, mi sento molto polemica ahahah)

Vi lascio al fondo del post tutti i link per trovare tutte le persone/negozi che nomino 🙂

Inizio già male dicendo che il biglietto base d’ingresso era veramente costoso rispetto agli anni precedenti: 13€, che potevano essere ridotti a 11 se si era in possesso di coupon o a 10€ se in cosplay. Io comunque sono andata con la mia sorellina, sia venerdì che sabato: al venerdì ho chiesto lo sconto per gli studenti universitari, non indicato sul sito e sui cartelli alle casse e mi è stato fatto; al sabato invece avevo due coupon e io e mia sorella indossavamo kimono e yukata (entrambi miei, comprati con gli accessori al negozio trevigiano Ikiya, non presente a questa manifestazione) e ho pagato 9€. Insomma, non si è ben capito quanti modi ci fossero per eludere il prezzo base, ma viene spontaneo chiedersi perché allora fosse così alto.

Comunque, oltre al mio kimono, ho anche potuto indossare per la prima volta le lenti colorate viola comprate dal sito HoneyColor: molto comode, le avevo anche ordinate graduate e ci vedevo decisamente bene! Ci hanno richiesto la foto un paio di persone e ne sono stata molto felice ^^

Foto scattata ed editata dallo stand Starring Film. Avevano sfondi base disponibili e abbiamo scelto quello più "kawaii" ahah
Foto scattata ed editata dallo stand Starring Film. Avevano sfondi base disponibili e abbiamo scelto quello più “kawaii” ahah
Qui si vedono un po' le mie lenti colorate :)
Qui si vedono un po’ le mie lenti colorate 🙂

Sono riuscita a farmi autografare quasi tutti i fumetti che avevo comprato apposta per l’occasione, la maggior parte conosciuti anche sul web: Simple&Madama (l’autrice Lorenza Di Sepio è davvero tanto carina!), Sacro/Profano (Mirkand sa sempre come far sorridere i suoi lettori in questo fumetto piccante!), Jenus (che non ho potuto incontrare data la fila lunghissima per lui), Aeon (di cui ho già potuto conoscere l’autrice, Angela Vianello alias Gumitien) e il Fantastico Pianeta che sta nel sistema solare ecceteraeccetera (titolo più lungo no, eh, Fraffrog? :D).

Mi è dispiaciuto che non ci fosse l’autrice di Cotton Tales, Jessica “Loputyn” Cioffi, che era impegnata in una presentazione del suo fumetto a Brescia, ma ho anche potuto fare la conoscenza dei talentuosissimi ODS, Gianandrea Muià e Andrea Rotolo, bravissimi doppiatori di contenuti web, e ho comprato volentieri una delle loro spille, dalla cui vendita raccoglievano soldi per la realizzazione di lavori futuri. Per quanto mi riguarda, nel panorama italiano del fumetto e di attività ad esso correlate (come l’animazione e il doppiaggio) abbiamo personalità validissime che meritano una più ampia visibilità.

Mirkand...
Mirkand…
...e Fraffrog :D
…Fraffrog…
...e gli ODS Gian e Andrea!
…e gli ODS Gian e Andrea!

Una cosa che mi ha dato fastidio è stato l’invito da parte degli organizzatori della manifestazione ai PanPers. Nulla contro questi due ragazzi, ma trovo che sia fuori luogo invitare due personaggi che con i contenuti della fiera non hanno nulla a che fare e soprattutto metterli nell’elenco ospiti vicino a nomi di spessore come Leo Ortolani e altri grandi autori (di cui io so poco, ma riconosco il livello all’interno del loro ambiente), facendo sembrare la loro presenza una manovra per fare più incassi.

Inoltre, devo dire con rammarico che a questa fiera ho fatto decisamente poche spese, rispetto agli anni scorsi. Ho potuto comprare giusto i primi 6 volumi della serie Dengeki Daisy (in Italia Elettroshock Daisy, spero di farvene una recensione quando lo concluderò), tre lattine di bibite dai gusti discutibili (la Dr Pepper non me piase e devo ancora assaggiare la Coca Cola alla ciliegia, ma ho gusti talmente semplici che non saprò distaccarmi dall’originale :D), dei maneki neko colorati e una maglietta per il mio ragazzo.

Il mio ragazzo studia ingegneria informatica... ahahahah
Il mio ragazzo studia ingegneria informatica… ahahahah

Uno dei miei stand preferiti è stato quello del Chocorose Maid&Butler Café associato al Dear Wendy: ci ho portato mio padre al venerdì e ci sono tornata per fare merenda il sabato. I ragazzi dello stand sono sempre disponibili e i dolcetti serviti valgono la spesa neanche troppo cara. Purtroppo non hanno una loro sede ma svolgono eventi in diverse pasticcerie della città, tenete d’occhio la loro pagina Facebook per sapere quando sarà il prossimo (inoltre, se volete proporvi e siete dei giovani aitanti, sono alla ricerca di un butler!).

Butler poco seri... :')
Butler poco seri… :’)
...ma dolcini :3
…ma dolcini :3

Mi sento di dire che pochi stand si salvavano. In altre fiere, anche più piccole, ho trovato tesori di ogni tipo a prezzi più bassi (esempio lampante: qui vendevano Ranma ½ completo a 120€ euro, alla fiera di San Donà l’ho trovato a 80€) e suppongo che ciò sia anche dato dal fatto che prendere il posto per il proprio stand non sia esattamente cheap.

Quest’anno, inoltre, pare che in molti abbiano puntato più sui gadget che sui fumetti, facendo così perdere  il senso del chiamare questa fiera “Comics&Games”, e anche di questi ne ho visti pochi di buona qualità (ad uno stand ho visto dei portachiavi di Pokemon che, oltre a non proporre Pokemon interessanti, erano fatti male e pieni di difetti, tipo i Ponyta con i musi rovinati). Sembrerò pignola ma credo che in molti come me vorrebbero trovare oggettistica e gadget in buone condizioni, perlomeno per prendersela poi solo con se stessi se in seguito li rovineranno, soprattutto se parliamo di action figure e nendoroid (spesso spacciati per originali dal Giappone, cosa poi non vera). Gli stand che vendevano magliette, poi, non proponevano design originali e venivano a costare almeno 15€, prezzo che comprende le spese di spedizione nei siti di tshirt “fandomiche” come TeeTee.

Per me è stato un peccato non poter comprare niente dagli stand di chi produce oggettini fatti a mano, alcuni avevano cosette davvero fatte bene e, nonostante io sia consapevole di poter ricreare da sola certe cose con fimo e altri materiali, qualcosa l’avrei presa perché ancora non sono così brava ahahah però costavano troppo per le mie tasche e penso che il motivo sia lo stesso degli altri stand, ovvero i costi per lo spazio.

Una delle poche cose buone sono state i cosplayers, come al solito. Personalmente ho fotografato solo quelli che mi hanno attratta di più per la qualità del costume e il personaggio interpretato ma me ne sono persa sicuramente molti 🙂

Un Ed arrabbiato! Chi lo ha preso in giro per la sua altezza??
Un Ed arrabbiato! Chi lo ha preso in giro per la sua altezza??
Un Aoba da Dramatical Murders molto ben fatto!
Un Aoba da Dramatical Murders molto ben fatto!
Una Holo super carina!
Una Holo super carina!
Capitano Amelia, bellissima!!
Capitano Amelia, bellissima!!

Altra cosa molto carina è stata essere fermate da un Khal Drogo mandato dal suo stand, La Gilda del Grifone, alla ricerca di partecipanti ad un gioco di ruolo. Io e mia sorella stavamo girando un po’ a vuoto, così abbiamo accettato e devo dire che ci siamo divertite molto insieme al nostro master steampunk Federico. Mi piacerebbe approfondire la conoscenza dei giochi da tavolo e di ruolo, andrò di sicuro ad informarmi!

Cilindri e kimono, nuova moda!
Cilindri e kimono, nuova moda!

Che dire in conclusione? Di per sé, ho passato bene le due giornate, soprattutto il sabato, però sono rimasta un po’ delusa dalle proposte degli stand. Spero che l’anno prossimo migliori. In ogni caso, ridendo e scherzando, io ho scritto le mie critiche ma i visitatori sono stati più di 39000, forse queste cose le ho pensate solo io ahahah

Vi lascio dicendovi che, se tutto va bene, andrò a dare un’occhiata alla Harajuku Fashion Walk di Venezia domenica prossima e spero di scriverci un post a riguardo. E vi ricordo che, se volete, potete seguirmi su Twitter, Instagram e contattarmi su Facebook privatamente, trovate i miei contatti nel menù Info 😀

Sedersi sul Trono di Spade dà sempre quella sensazione di onnipotenza...
Sedersi sul Trono di Spade dà sempre quella sensazione di onnipotenza…

Alla prossima!

Alexiel

Link utili:

  • Negozio Ikiya a Treviso: http://www.ikiya.it/ ; https://www.facebook.com/Ikiya.Treviso?fref=ts
  • HoneyColor lenti a contatto: http://www.honeycolor.com/
  • Simple&Madama: https://www.facebook.com/simplemadama?ref=ts&fref=ts
  • Mirkand: https://www.facebook.com/mirkand.works?fref=ts ; https://www.facebook.com/sacroprofano.comic?fref=ts
  • Fraffrog: https://www.facebook.com/Fraffrog?fref=ts ; https://www.youtube.com/channel/UCuL6cg-3m-ile8KOd5Q_Rtw
  • Jenus: https://www.facebook.com/JenusDiNazareth?fref=ts
  • Loputyn: https://www.facebook.com/loputynbunny?fref=ts
  • ODS: https://www.facebook.com/OnlineDubbingSquad?fref=ts ; https://www.youtube.com/channel/UCEArja5slNmUXjN2rO7Z3RA
  • Chocorose Maid&Butler Café: https://www.facebook.com/chocorose.mb?fref=ts
  • Gilda del Grifone: https://www.facebook.com/pages/Gilda-del-Grifone/226331714046583?fref=ts
  • Tee Tee: http://www.teetee.eu/
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...