EVENTS: LUCCA COMICS & GAMES 2015

Finalmente posso parlare della più grande fiera del fumetto d’Italia!

Dopo anni che sognavo di andarci, sono riuscita a passare due giorni al Lucca Comics & Games insieme a Luca per il nostro quinto anniversario. Essendo questa la nostra prima esperienza a Lucca, ho deciso di scrivere questo articolo in modo che chi ancora non ci è stato possa farsi un’idea di come vivere questa grandissima fiera nel modo migliore, in base alle proprie esigenze.

Innanzitutto, è fondamentale l’organizzazione del viaggio.

Noi siamo partiti da Venezia Mestre con un treno Frecciargento, molto rapido e comodo per raggiungere Firenze in sole due ore! Ovviamente abbiamo prenotato i biglietti del treno con mesi di anticipo, a giugno, quando per un’occasione come il Lucca Comics i prezzi cominciano già ad essere più alti, sia per i treni sia per le stanze d’albergo. Per quest’ultimo ci siamo affidati a TriVaGo che ci ha trovato un albergo a una stella a Pisa, che dista solo una mezz’ora di treno da Lucca. Purtroppo a giugno è già piuttosto tardi per sperare di trovare alberghi con costi accessibili a Lucca, che siano fuori o dentro le mura, quindi ci siamo accontentati.

Importante per queste prenotazioni è sapere per quanti giorni si visita la fiera e noi siamo rimasti durante giovedì e venerdì, i giorni con minore affluenza di visitatori paganti: la fiera è distribuita, infatti, per tutta la città e i biglietti servono per poter visitare i padiglioni in cui vi sono stand e ospiti.

L’acquisto dei biglietti d’ingresso, ovviamente, dipende dalle intenzioni che avete rispetto alla fiera: portare cosplay, comprare fumetti e gadget, incontrare gli ospiti, seguire le conferenze e così via.

Per questo io e Luca siamo partiti con una lista di cose che volevamo vedere, fare e comprare.

A causa poi della nostra mancanza di senno, abbiamo finito per comprare molto meno di quanto pensavamo xD di seguito, i nostri acquisti nella zona Comics della fiera!

Serie completa di Hikaru no Go, manga disegnato da Takeshi Obata (disegnatore di Death Note e Bakuman) e che tratta del gioco da tavolo giapponese del Go.  Avendo provato a giocare e avendo fallito miseramente, spero che mi aiuterà a capirne di più qualche meccanismo, poiché è stato sotto la supervisione di una campionessa di questo gioco :)
Serie completa di Hikaru no Go, manga disegnato da Takeshi Obata (disegnatore di Death Note e Bakuman) e che tratta del gioco da tavolo giapponese del Go.
Avendo provato a giocare e avendo fallito miseramente, spero che mi aiuterà a capirne di più qualche meccanismo, poiché è stato sotto la supervisione di una campionessa di questo gioco 🙂
W.I.T.C.H. COMPLETO!!! Ben 139 volumetti più lo speciale, ne possiedo ancora alcuni numeri quindi vedrò quale delle due copie è tenuta meglio. Penso di poter affermare che questo è stato il primo vero fumetto, dopo Topolino, che io avevo iniziato a comprare con una certa costanza, anche se ancora non capivo il sistema delle cadenze mensili o settimanali. Pensate, il primo numero risale al 2001, avevo solo  7 anni!! Adoro le copertine, erano coloratissime e mi ricordavano i cartoni animati che già guardavano, quindi penso che sia anche grazie alle W.I.T.C.H. se mi sono avvicinata ai manga!
W.I.T.C.H. COMPLETO!!!
Ben 139 volumetti più lo speciale, ne possiedo ancora alcuni numeri quindi vedrò quale delle due copie è tenuta meglio. Penso di poter affermare che questo è stato il primo vero fumetto, dopo Topolino, che io avevo iniziato a comprare con una certa costanza, anche se ancora non capivo il sistema delle cadenze mensili o settimanali. Pensate, il primo numero risale al 2001, avevo solo 7 anni!!
Adoro le copertine, erano coloratissime e mi ricordavano i cartoni animati che già guardavano, quindi penso che sia anche grazie alle W.I.T.C.H. se mi sono avvicinata ai manga!

20151101_135112

E Luca si è preso tutti i 50 volumi di PK New Adventure. Insomma, non abbiamo saputo regolarci! Il problema è stato poi portar via tutta quella roba, per cui mi sento di consigliare, se possibile, di venire in macchina ad una fiera del genere, se avete intenzione di comprare molta roba, altrimenti vi ritroverete con problemi di trasporto non indifferenti xD avevamo comunque una lunga wishlist, che comprendeva manga come Air Gear, Versailles no Bara (che ancora non sono riuscita a comprare ma GIURO che prima o poi sarà mio!), GTO, Orange Road, Sugar Sugar Rune e tanti altri, insieme a numeri random mancanti alle serie già in nostro possesso, quindi ci saremmo comunque ritrovati con tanta roba e mal di schiena nel portarsela in giro! Di sicuro il prossimo anno, se mi sarà possibile tornarci, le opzioni saranno due: o avere un albergo dentro le mura dove poter almeno posare gli acquisti senza doverseli portare appresso tutto il giorno, o avere un’auto. Comunque non sono assolutamente pentita e anzi, finalmente posso dire di aver recuperato una parte della mia infanzia :3

Insieme agli acquisti fumettosi, ci sono stati quelli dedicati a Force of Will, poiché a Lucca presenziavano il creatore del gioco Eiji Shishido e la disegnatrice Yoko Matsurika, entrambi disponibili per firmare carte, playmat e quant’altro! Inoltre, allo stand di Force of Will (che era davvero enorme e comprendeva anche uno spazio con i tavoli per giocare) con un tot di acquisti potevi ottenere delle carte promo speciali, che vi mostro qua sotto insieme alle altre carte che abbiamo fatto firmare e agli acquisti fatti allo stand. La mia carta promo preferita è quella di Glinda la Fata a tema Halloween *^* e ve ne saranno anche una a tema natalizio e una per San Valentino con altri personaggi del gioco!

Il box di bustine dell'espansione Crimson Moon Fairytale e le carte: la prima fila è composta da tutte le carte disegnate da Yoko Matsurika e sono tutte firmate, la seconda fila è composta dalle promo date all'acquisto e l'ultima da uno dei nostri Stregatti firmato da Eiji Shishido e la pietra speciale Almerius.
Il box di bustine dell’espansione Crimson Moon Fairytale e le carte: la prima fila è composta da tutte le carte disegnate da Yoko Matsurika e sono tutte firmate, la seconda fila è composta dalle promo date all’acquisto e l’ultima da uno dei nostri Stregatti firmato da Eiji Shishido e la pietra speciale Almerius.
Essendo uscita da poco la nuova espansione Seven Kings of the Land, non potevo farmi mancare il playmat con Alice Valchiria. Insieme, abbiamo preso il raccoglitore per le carte con Cappuccetto Rosso, firmato anch'esso da Yoko Matsurika.
Essendo uscita da poco la nuova espansione Seven Kings of the Land, non potevo farmi mancare il playmat con Alice Valchiria. Insieme, abbiamo preso il raccoglitore per le carte con Cappuccetto Rosso, firmato anch’esso da Yoko Matsurika.
Infine, abbiamo Sacro/Profano a random, che appartiene agli acquisti fumettosi (leggetelo, è molto carino e con il volume Paradiso si è concluso) e un playmat completamente bianco, che ho intenzione infatti di disegnare da me. Se avete idee su cosa potrei disegnare, datemi pure suggerimenti, voglio che venga spaziale!
Infine, abbiamo Sacro/Profano a random, che appartiene agli acquisti fumettosi (leggetelo, è molto carino e con il volume Paradiso si è concluso) e un playmat completamente bianco, che ho intenzione infatti di disegnare da me. Se avete idee su cosa potrei disegnare, datemi pure suggerimenti, voglio che venga spaziale!

A proposito di giochi, nell’area Games ho fatto visita allo stand della Red Glove, casa di produzione di giochi da tavolo molto carini e divertenti tra cui Vudù e il nuovissimo Neko-In che spero di provare al Magic Warrior questa settimana insieme ai giochi nuovi che mi proporrà Terence, che in occasione del Lucca Comics era allo stand della Red Glove appunto xD

La presidentessa della Red Glove in kimono e con il nuovo Neko-In!
La presidentessa della Red Glove in kimono e con il nuovo Neko-In!

Se i vostri acquisti sono più esigui dei miei e volete invece mostrare il frutto del vostro duro lavoro, fare cosplay a Lucca è l’ideale. O perlomeno, lo è per chi è abituato! xD Io ho provato a portare per un po’ il mio gijinka di Flareon ma dopo poco non ce l’ho fatta a reggere, per via della scarsa abitudine alla parrucca e ovviamente per i nostri acquisti ingombranti. Se si resta tutti e quattro i giorni, è più facile dedicare ogni giorno a cosplay e acquisti senza doversi ammazzare di fatica.

Escludendo gli acquisti, Lucca Comics è il luogo perfetto per il cosplay per via della città che fa da sfondo naturale a splendide foto e per il fatto che molti cosplayer lavorano a lungo sui propri costumi apposta in vista di questo evento e il lavoro che c’è dietro si vede! Inoltre non mi è mai capitato di trovare così tanti “cosplay di famiglia” e questa cosa mi fa un sacco felice perché mi dimostra che ci sono genitori in grado di insegnare ai loro figli che i mondi fumettistici, cinematografici, letterari e videoludici coinvolti in queste fiere non sono per sfigati, né tantomeno perdite di tempo, ma vere e proprie passioni che vanno coltivate, perché sane e stimolanti.

Questa ero io sul treno mezza pronta per  il mio gijinka di Flareon. A quanto pare, mi dicono che starei bene bionda LOL
Questa ero io sul treno mezza pronta per il mio gijinka di Flareon. A quanto pare, mi dicono che starei bene bionda LOL
Urca urca tirulero oggi splende il sooool!
Urca urca tirulero oggi splende il sooool!
Un padre jedi fierissimo con la sua piccola Leila <3
Un padre jedi fierissimo con la sua piccola Leila ❤
Una splendida Anastasia!
Una splendida Anastasia!
Sakura Kinomoto e Li Shaoran da Card Captor Sakura! Erano fantastici!
Sakura Kinomoto e Li Shaoran da Card Captor Sakura! Erano fantastici!
InuYasha e Shippo :3
InuYasha e Shippo :3
Qui sono con il gijinka completo, ad eccezione della parrucca che mi aveva stufata xD
Qui sono con il gijinka completo, ad eccezione della parrucca che mi aveva stufata xD
La famiglia Addams al completo! Perfetti!
La famiglia Addams al completo! Perfetti!
Poison Ivy. La migliore che ho visto finora, stupendabellissimaaiuto
Poison Ivy. La migliore che ho visto finora, stupendabellissimaaiuto
Snoopy <3  il bambino era troppo contento awww
Snoopy
Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà, vola all'arrembaggio ed un cuore grande haaa!
Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà, vola all’arrembaggio ed un cuore grande haaa!
Ho dentro me che cosa non so... un vuoto che non capiròòò...
Ho dentro me che cosa non so… un vuoto che non capiròòò…
Rina da The Slayers!
Rina da The Slayers!
Una carinissima Cappuccetto Rosso da Force of Will! So che c'erano anche Pandora e Scheherazade e allo stand c'erano Alice e Biancaneve Valchiria!
Una carinissima Cappuccetto Rosso da Force of Will! So che c’erano anche Pandora e Scheherazade e allo stand c’erano Alice e Biancaneve Valchiria!
Cyborg 009 :D
Cyborg 009 😀
In area Games ho trovato anche Simba ahahah
In area Games ho trovato anche Simba ahahah
Un gruppo Ghibli con Sophie, Mononoke Hime, Kiki, Arrietty, Anna e Marnie!
Un gruppo Ghibli con Sophie, Mononoke Hime, Kiki, Arrietty, Anna e Marnie!
U§n'altra Sakura Kinomoto, la stessa che incontrai a S. Donà ma con un altro outfit, esattamente come la vera Sakura!
Un’altra Sakura Kinomoto, la stessa che incontrai a S. Donà ma con un altro outfit, esattamente come la vera Sakura!
Fem Donquijote Doflamingo!
Fem Donquijote Doflamingo!
Magica Magica Emi :D
Magica Magica Emi 😀
La mamma di Sana!!
La mamma di Sana!!
Guru guru il batticuore della magia :3
Guru guru il batticuore della magia :3

Anche il Lucca Comics è caratterizzato dalla presenza degli youtubers e mi sento di spendere qualche parola a riguardo.

Innanzitutto, ho potuto constatare che quelli presenti e che ho potuto incontrare o erano lì per il proprio piacere personale, o per incontrare i fan per i fatti loro, o per collaborazioni con stand e per presentare progetti che si collegassero alla fiera e questo mi ha fatto piacere perché l’organizzazione della fiera si è resa conto che ormai gli youtuber fanno parte di una certa corrente di sviluppo sociale e c’è stata perlomeno l’accortezza di invitare chi aveva davvero ragione di essere a tale fiera.

C’era Claudio Di Biagio che presentava il progetto di Ernest Egg in stop-motion, tecnica di animazione poco usata in Italia e che dunque lo rende un progetto interessante; c’era Dario Moccia a presentare il proprio fumetto; c’erano i Fancazzisti che, in collaborazione con uno stand, vendevano gadget e raccoglievano fondi per migliorare i propri contenuti, e così via.

Personalmente ho potuto incontrare Dario Moccia, Simone Fancazzista, RichardHTT, Andrea degli ODS e Adrian da Link4Universe. L’unico che mi ha un po’ delusa è Dario, poiché su due volte che l’ho trovato, solo alla seconda sono riuscita a chiedergli una foto e anche molto di fretta, mentre girava con la sua ragazza Agnese (che invece ho trovato fosse tenerissima perché non aveva capito che volevo anche lei in foto, dato che seguo anche lei e mi piace il modo con cui si pone) e non ho potuto scambiarci neanche due parole, ma pazienza, forse era sempre solo il momento meno adatto, chi lo sa. Simone, Richard, Andrea e Adrian invece non hanno deluso le mie aspettative: Simone era lì per raccogliere appunto fondi con le magliette dei Fancazzisti e girare la fiera e quando l’ho fermato avrebbe potuto benissimo anche lui essere sbrigativo e proseguire nei suoi affari, mentre invece mi ha sempre guardato in faccia mentre sproloquiavo (ero sfattissima e non volevo fargli perdere tempo) e gli dicevo che ero lì per mia sorella che lo adora, mi ha firmato la maglietta e ha fatto con me un video per salutare mia sorella; lo stesso ha fatto Richard, che già avevamo incontrato a Torino in occasione della presentazione di un libro, dalla sua espressione ho visto che si è ricordato vagamente di me e anche lui è stato ad ascoltarmi e a perdere quei due minuti che ho voluto rubargli; Andrea era al raduno di un altro youtuber (Victorlazlo forse?) ma sono andata a salutarlo con le patatine e abbiamo scambiato qualche parola (ormai siamo amiconi lol) e ho salutato anche la sua fidanzata piccina Veronica, entrambi sono doppiatori e potete trovarli sul canale e la pagina fb degli ODS e quella del gruppo di doppiatori Thunderdub, che si è preso la briga di doppiare tutta la serie di Sailor Moon Crystal e ora si occupa della nuova serie di Saint Seiya; infine Adrian aveva organizzato un paio di raduni al giovedì e al sabato e per quelle due sere due spettacoli dedicati all’astronomia, io l’ho raggiunto verso la fine del raduno del giovedì ma ho visto che è esattamente come nei video, trasmette la propria passione per la scienza con i suoi discorsi sempre fluenti e mai incerti e ci ha salutati uno per uno, dopo una foto di gruppo. Se può sembrare che la sua presenza non c’entri nulla con la fiera, basti pensare a Star Wars e a tutti i prodotti fumettistici, videoludici e letterari a tema fantascientifico e la questione è chiusa.

Penso che gli youtubers possano contribuire a rendere migliore una fiera. Se l’organizzazione della fiera è in grado di selezionare le personalità da invitare, penso che la fiera stessa ne possa trarre vantaggio: per fare un esempio banale, per trovare Dario Moccia o Claudio Di Biagio si doveva per forza avere il biglietto, poiché tenevano conferenze e poi li si poteva trovare agli stand. Se si compra il biglietto apposta per loro, si ha poi l’opportunità di vedere tutto il resto della fiera nella sua integrità, cosa non da poco viste le proposte che ci sono ogni anno e quindi è un’occasione per avvicinarsi a qualcosa di nuovo, che siano i fumetti o i giochi da tavolo o l’handmade (di cui ci sono un sacco di stand molto belli) o che so io.

Chiusa questa parentesi, apro quella sul concerto di Cristina D’Avena. Per me era la terza volta che la vedevo ma questo è stato ovviamente il concerto migliore: tutto live, con una piccola orchestra e due cori, uno gospel e uno composto da bambini, una dei quali ha cantato come intro al concerto Il valzer del moscerino (che Cristina cantò da piccolina allo Zecchino d’Oro) e un altro che ha duettato con Cristina nella canzone di Holly e Benji. Cristina sempre bellissima e coinvolgente, stavolta non ha proposto solo sigle anni ’80 ma anche anni ’90, venendo incontro così a più generazioni. Niente, a me piace un sacco cantare le sigle dei cartoni e mi sono davvero divertita!

P1000405 P1000406 P1000413

Purtroppo con soli due giorni disponibili e un carico di acquisti così cospicuo, non ho potuto vedere la Self Area, che ritengo sia molto importante. Moltissimi giovani talenti propongono proprie serie autoprodotte e meritano quel po’ di visibilità in più che qusta fiera può dare. Per dirne qualcuno, avrei voluto vedere Maby-chan allo stand di Nuname e quelli di Poutpourri, miei compatrioti torinesi.

Sono rimasta un po’ delusa dalla Japan Town, o almeno dalla parte che sono riuscita a vedere (sembra ci fosse un “retro” dove continuavano ad esserci stand ma pareva fosse tutto nel giardino degli Osservanti), dove gli stand proponevano un po’ le solite cose: gadget che andavano dai portachiavi ai cuscini ai pupazzi kawaii o di serie mainstream del momento quali Free, Tokyo Ghoul, Shingeki no Kyojin e Love Live. Ma sarà anche un po’ colpa mia che non mi so accontentare e sono poco interessata ai gadget.

Non ho potuto nemmeno vedere alcuni degli spettacoli che mi ero segnata, dato che questi e gli altri impegni si incrociavano in maniera molto fitta ed era difficile raggiungerli tutti da un posto all’altro (questa è forse una delle poche pecche della fiera, la sua non unità non permette buone tempistiche: avrei voluto vedere l’esibizione della monaca buddhista Anjin e assistere alla lezione di vestizione del kimono di Kaoru Kobayashi.

Conclusioni?

Lucca Comics & Games è una fiera che vale la pena di visitare ma bisogna farlo con criterio. Poiché coinvolge venditori da tutta Italia, è una ghiottissima occasione per cercare fumetti introvabili e serie complete, oltre ovviamente a scoprire cose nuove grazie alle conferenze, agli stand che propongono prove gratuite dei prodotti e grazie semplicemente alle persone che si incontrano. Ci si può davvero rendere conto di quanto in Italia questo tipo di mercato e divertimento sia in espansione e di quanto tutte le generazioni possano esserne coinvolte poiché lo apprezzano allo stesso modo, con genuinità e passione.

Chiudo con qualche ringraziamento, che penso sia sempre dovuto:

grazie a Luca, per aver pensato di fare questo viaggio con me per il nostro anniversario, per aver portato in spalla il peso del nostro amore per i fumetti e per esser stato paziente come al solito;

20151030_090322
Il mio eroe ❤
Il mio eroe <3
Il disagio di un uomo. 

grazie ai ragazzi del Magic Warrior Terence, Giulio e Gian con fidanzata, che ci hanno salvato da una scoliosi certa caricandosi in macchina una parte dei nostri acquisti;

Terence ama i gattini <3
Terence ama i gattini ❤

grazie al mio senpai Ale aka Eric Draven, per aver passato tutta la giornata di giovedì con noi! Non può piovere per sempre e infatti il tempo è stato perfetto;

P1000398

grazie a Serena e Virginia, le mie potterhead fiorentine che mi hanno portata alla Via del Té e a mangiare ramen e hanno dato maggior qualità alla mia giornata a Firenze (Serena, Luca mi sta scaricando The Sims 3, sallo);

Adoro le sfumature dei nostri té *^*
Adoro le sfumature dei nostri té *^*
Grazie ragazze! <3
Grazie ragazze! ❤

grazie al mio zaino, che tiene duro fin dal primo liceo sopportando pesi diversi, dal dizionario di greco antico agli infiniti numeri di W.I.T.C.H.;

grazie anche agli st****i delle camere a fianco alla nostra, che credevano di essere i re del piano parlandosi da una stanza all’altra alle 7 del mattino. C’è un girone dell’Inferno anche per voi.

Infine grazie a voi per aver letto fino a qui, vi ricordo che potete seguire la mia pagina facebook Kotodama and tea time per essere aggiornati sui miei articoli e per farmi sapere cosa ne pensate!

Alla prossima!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...