GG – Games&Gadgets: introduzione ai giochi da tavolo

Non la smetto più di inventarmi cose nuove! Ho constatato che ho veramente tanti interessi e niente, voglio condividerli, quindi niente e nessuno mi fermerà! Perciò eccoci con GG – Games&Gadgets 😀

In questa rubrica si parlerà principalmente di giochi da tavolo e occasionalmente, a seconda della mia disponibilità d’acquisto, anche di gadget e giochi di vario tipo. Tutto ciò sarà per la maggior parte con tematiche giapponesi ma non escludo qualcosa di diverso, dato che voglio parlarvi di tutto ciò che mi diverte!

Ho “scoperto” il mondo dei giochi da tavolo giugno scorso, dopo aver avuto una piccola esperienza nel corso del Torino Comics (nell’articolo della fiera feci un accenno a riguardo). Visto che mi era piaciuta l’esperienza, ho deciso che avrei potuto approfondirne la conoscenza ed ecco, dunque, che scrivo questa introduzione per chi di voi è profano e non conosce nulla di questo ambiente, come la sottoscritta sei mesi fa 🙂
Ringrazio Terence del Magic Warrior (il mio negozio di fiducia per giocare) per la sua consulenza e il suo aiuto nella stesura di questo e probabilmente altri post di questo tipo :3

20150904_233619
Solite serate normali al Magic Warrior u.u

I giochi da tavolo e in scatola sono una forma di editoria che si è sviluppata nel corso degli anni, soprattutto a partire dal XX secolo, accrescendo poi esponenzialmente la propria popolarità dopo la Seconda Guerra Mondiale. I primi, come potete immaginare, hanno in realtà radici ben più antiche: risalgono addirittura a migliaia di anni avanti Cristo, come ci testimoniano ritrovamenti di reperti, raffigurazioni e testi antichi di diverse origini. Gli scacchi, per citarne uno comunissimo e ancora oggi molto giocato, secondo alcune fonti risalgono a circa il VI secolo e si sono sviluppati a partire da un gioco simile di origine indiana o cinese, diffondendosi poi nel resto del mondo.

Ma non siamo qui a parlar dei classici giochi da tavolo, come scacchi, dama, othello, backgammon o quelli in scatola più conosciuti come Scarabeo, Monopoly o Risiko. Voglio proporvi qualcosa di diverso e anche più divertente dal solito, dato che questa industria è davvero ricca di ogni tipo di gioco desideriate.

E a proposito di tipi, mi sembra doveroso spiegarvi quali sono quelli più comuni, in modo che possiate capire con più immediatezza di che gioco parlerò di volta in volta. Non preoccupatevi, la farò semplice.

Continua a leggere

Annunci

MANGA REVIEW: Full Metal Alchemist

Finalmente torno a scrivere sul blog, la sessione è finita yeeeee 😀 sono pronta a scrivere di un mucchio di cose quindi tenetevi pronti!
Partiamo subito con la recensione di oggi ^^

Ritorniamo sui manga, questa volta con uno dei più conosciuti: Full Metal Alchemist di Hiromu Arakawa.

Avendolo inserito nella mia Manga Reading Challenge (la trovate qui sul blog) per il 2016, non potevo non commentarlo dopo una lettura fresca fresca: finora non avevo ancora avuto modo di leggerlo e dopo averlo comprato in fiera lo avevo messo da parte in attesa del momento buono. Quel momento è arrivato ed eccoci qua.

Credo sia leggermente superfluo spiegare la trama di questo manga ma la riassumerò comunque brevemente per completezza.

Ci troviamo nel paese di Amestris, dove l’alchimia è uno studio portato avanti da molti anni e ormai affermato. Esistono addirittura le figure degli alchimisti di Stato, al servizio dunque del governo militare che si è instaurato dopo una lunga guerra contro il popolo di Ishbar. Edward Elric, protagonista insieme al fratello Alphonse e portatore del titolo di Alchimista d’Acciaio, è uno di loro ed è in viaggio con uno scopo: trovare la pietra filosofale, un artefatto leggendario che potrebbe aiutare Ed e Al a riavere i loro corpi: i due fratelli, infatti, hanno tentato di compiere un atto vietatissimo dalle leggi dell’alchimia, ovvero resuscitare la madre trasmutandone l’anima. Purtroppo i loro sforzi non vanno a buon fine e Al scompare completamente, come anche la gamba di Ed. Questi, per riportare indietro almeno l’anima del fratello, ricorre alla legge dello scambio equivalente, dando il proprio braccio e legando così l’anima del fratello ad una grossa armatura.

Nel corso del loro viaggio alla ricerca della pietra, i due si troveranno invischiati in misteri legati ai piani alti dell’esercito, nonché in battaglie piuttosto sanguinose con molte altre persone interessate alla pietra, primi fra tutti gli Homunculi, creature con un aspetto umano ma quasi immortali, con intenti poco chiari.

fullmetal alchemist blondes alphonse elric edward elric 2560x1600 wallpaper_www.wallpaperhi.com_41
Edward Elric e il fratello Alphonse.

Nonostante la semplicità di questo incipit, Full Metal Alchemist si rivela essere un manga dalla trama complessa e possiede una gran quantità di personaggi.

Continua a leggere

My Bookshelf: la Piccola Sarta cinese e l’amante giapponese

Eccomi qui, ennesima nuova rubrica! Sì, voglio cercare di coprire vari campi, che poi sono semplicemente le cose che mi interessano 😉 e per cominciare bene, doppia recensione!

I libri che voglio proporvi ci presentano ciascuno uno spaccato di due culture diverse, quella cinese e quella giapponese. Entrambi seguono le vite di persone comuni, profondamente coinvolte nei loro contesti storici e in relazioni amorose che le cambieranno radicalmente per tutta la vita.

Balzac e la piccola sarta cinese è il primo di questi due romanzi, scritto dall’autore e regista Dai Sijie.

Balzac e la piccola sarta cinese
In copertina i tre interpreti del film omonimo.

Continua a leggere