Fashion Week(end) – Elegant Gothic Aristocrat

Abbiamo finalmente concluso la prima sezione di questa rubrica! Vi sono piaciute le Lolita proposte? Se indossate anche a voi la moda Lolita, magari Hime, Country o altri sottogeneri particolari, contattatemi: potremo così ampliare la rubrica e la conoscenza della moda giapponese in Italia ^^

egaE adesso passiamo ad uno stile comunque molto legato al Lolita, in quanto è ispirato all’aristocrazia vittoriana, l’Elegant Gothic Aristocrat (abbreviato in EGA): mantelli, spille, bastoni da passeggio e un’aria più matura di quella di un principino Kodona, sono le caratteristiche dell’Aristocrat. Per parlare di questo sile elegante, si è prestato Matteo, gentiluomo di Milano!

Disclaimer: le foto che mostrerò delle ragazze/dei ragazzi intervistate/i non mi appartengono, ma sono dei rispettivi fotografi. Se alcune foto senza logo sono di vostra proprietà, vi invito a contattarmi per mettere i vostri crediti.

Grazie per il tuo aiuto e la tua testimonianza! Descrivimi in poche parole cos’è la moda Harajuku secondo te.
La moda di Harajuku potrebbe essere definita come audace, completamente fuori dagli schemi occidentali. Credo nel contesto giapponese sia davvero molto importante, andare contro una società troppo impostata inventando stili sempre più eccentrici e di forte impatto visivo.

Come sei venuto a conoscenza dell’Aristocrat e quando?
Sono molti gli stili Harajuku che mi affascinano e che sono solito indossare, tuttavia, quello che preferisco è senza dubbio l’Aristocrat. Lo stile Goth e tutto l’universo artistico che ruota attorno ad esso mi affascina fin da quando avevo 13 anni, ho sempre amato infatti le opere di artisti come Tim Burton e Marilyn Manson. Quando, 8 anni fa, grazie ad un’amica che mi ha fatto avvicinare all’universo musicale giapponese, in particolare a quello legato al mondo Visual Kei, sono venuto a conoscenza dell’esistenza dei Moi dix Mois  (una band giapponese, già nominata all’inizio di questa rubrica! ndr) e sono rimasto colpito, oltre che dalla loro musica, dai loro outfit eccentrici ed appariscenti. Sono stati soprattutto quelli indossati da Mana, il chitarrista, a farmi innamorare di questo stile: con il suo brand Moi-Meme-Moitié infatti è riuscito a creare l’unione perfetta tra la moda goth e quella aristocratica.
Guardando i video musicali dei Mois Dix Mois e altre band come i Versailles (adoro! ndr) decisi che la mia strada sarebbe stata quella di emularli indossando quegli abiti stupendi.

versailles
Questi sono i Versailles! Kamijo, al centro, è il cantante e ha una voce fantastica!

Dunque da quanto tempo indossi Aristocrat?
Avendo iniziato ad approcciarmi agli street style giapponesi vestendo Visual kei non posso dire di essere un veterano dell’Aristocrat, infatti lo vesto solo da 4 anni. Naturalmente, come credo tutti, ho iniziato assemblando outfit basilari, costituiti dallo stretto indispensabile, ma con il tempo sono riuscito ad aggiungere una sempre più vasta gamma di accessori. Ad oggi non sono del tutto soddisfatto delle mie scelte stilistiche e non ho ancora avuto modo di pensare che un mio outfit sia perfetto ma il semplice fatto di essere riuscito a decorare in maniera impeccabile il mio adorato cilindro mi riempie di orgoglio!

Ci sono altri motivi, oltre a quelli già citati riguardanti le band giapponesi, per cui hai scelto di indossare l’Aristocrat?
Ho scelto questo stile in quanto rispecchia alla perfezione la mia passione sia verso il mondo goth che quello aristocratico. A 13/14 anni vestivo già EMO/Goth, il naturale passo successivo mi sembra essere proprio approcciare questo stile, indubbiamente più elegante. In un certo senso sono passato al livello successivo, per questo quando mi capita di scherzare con gli amici dico che la mia è stata una DIGIEVOLUZIONE! XD

Ahahah molto interessante come digievoluzione Matteomon (?) xD quindi, passando da una moda emo/goth, come hai iniziato ad indossare l’Aristocrat? E’ stato difficile?
Non ero assolutamente capace di vestirlo all’inizio, ad esempio la prima volta che azzardai un coordinato, in occasione di una fiera del fumetto a Milano, indossai un cappello orribile! Fortunatamente avevo già dimestichezza nel far compere su siti giapponesi così non feci troppi errori nella selezione del resto dei capi. A volte, quando ci ripenso mi capita ancora di riderci su! XD

Suppongo che tutti i modaioli inizino dal livello nabbo ahahah ma ormai per te sono passati quattro anni, indossi quotidianamente questo stile o solo in occasioni particolari? (meeting, eventi, fiere, feste, etc.)
Vesto quotidianamente indumenti d’ispirazione Harajuku ma non sempre di stile Aristocrat. Gli outfit gothic-aristocrat che creo li indosso prevalentemente in occasioni particolari come meet incentrati sulle mode street style giapponesi o, in generale, ad eventi legati alla moda Harajuku. Non avendo più molto tempo libero a disposizione, preferisco partecipare a questo tipo di eventi evitando di andare alle fiere del fumetto.

12788159_10208668225407127_207503454_n

Approfondiamo un po’ le caratteristiche dell’Aristocrat, dicci quali sono e cosa ci metti di tuo personale!
Gli indumenti che caratterizzano lo stile a cui mi ispiro sono: camice decorate con pizzo e elementi che richiamano all’epoca vittoriana, vesti e pantaloni o gonne lunghe. Per quanto riguarda gli accessori invece: cappelli a cilindro, borse dalle forme più disparate come quelle a pipistrello/ bara o altri richiami al mondo goth. Anche i bastoni da passeggio , palese richiamo alla moda aristocratica, collane, braccialetti e anelli dalle forme goth possono essere integrati nello stile.
Il mio tratto caratteristico è sicuramente la barba. I rigidi canoni giapponesi imporrebbero di assumere un’immagine più androgina possibile, cosa che per me risulta essere molto difficile dato che adoro la mia barba e difficilmente ci rinuncio. Qualche anno fa mi è capitato di rasarla, dovevo partecipare ad una sfilata sugli stili street style giapponesi e volevo mostrare e rientrare il più possibile nei canoni dello stile.

Questo è sicuramente un esempio di rielaborazione e di rottura dei canoni, molto bene! Da dove compri vestiti e accessori per il tuo stile? Li fai anche a mano? E quanto spendi per tutto?
Tutti i vestiti che indosso per lo stile aristocrat li ho comprati online, direttamente dal sito ufficiale del brand oppure da un sito di aste/usato che si chiama “Lacemarket” nel quale si trovano vestiti Lolita e abbigliamento EGA. A volte mi è capitato di comprare su Facebook dai vari gruppi di sales internazionali. Alcuni miei accessori li ho comprati da delle ragazze di Roma, che però adesso hanno “chiuso l’attività”, peccato erano veramente brave! Non ho mai cucito nulla, però ho qualche accessorio o capo d’abbigliamento handmade, una mia amica ha cucito per me ad esempio una camicia stupenda che indosso molto spesso!
Non ho mai fatto calcoli ma penso che ogni outfit completo valga sui 200-250€
Ci sono vari modi per risparmiare, uno è ovviamente sapere quando è il momento dei saldi! L’altro, comprare nei siti di aste o dell’usato! (si usa molto per gli stili EGA-Lolita-Gyaru).

Quali sono i brand preferiti di un Aristocrat?
I miei brand preferiti sono Moi-meme-moitie, FanPlusFriends, Alice and the pirates e Vivienne Westwood per quanto riguarda gli stili Aristocrat e Kodona. 12736248_10208668224567106_1568300614_n

Cosa condiziona la scelta dei tuoi outfit?
I miei outfit vengono condizionati essenzialmente dal mio gusto personale e dalla disponibilità economica del momento. Non prediligendo uno stile in particolare ma vestendone 5/6 diversi i miei coord tendono ad essere sempre molto simili tra loro, soprattutto quelli Aristocrat. Non sono il tipo di persona che ha bisogno di avere gli accessori all’ultima moda per sentirsi bene, tendo a fare acquisti dettati soprattutto dal mio gusto personale. Il mio tallone d’Achille sono senza dubbio gli accessori, non mi bastano mai, ne compro sempre di nuovi, mi piace molto variarli. A volte in un outfit cambio solo quelli, il mio cilindro, ad esempio, è sempre diverso proprio perché lo decoro continuamente usando elementi diversi come piume, rose, maschere vittoriane. Accessoriarlo in modo creativo mi diverte moltissimo! Il bastone da passeggio invece lo utilizzo solamente nei casi in cui so che non mi darà fastidio e non mi limiterà nei movimenti.

Quale accessorio o dettaglio non può mancare nei tuoi outfits?
Sicuramente le borse o gli zaini, senza non potrei mai uscire di casa, anche perché porto sempre con me moltissime cose. Un altro dettaglio che non può mai mancare sono le circle lenses (lenti), le metto molto spesso, amo avere gli occhi colorati e più grandi.

Hai provato altri stili? E di questi che brand consigli?
Certo! Per ora porto stili come il Kodona (il quale ultimamente sta diventando lo stile che prediligo); il Cyber (grazie a SiSeN, DJ giapponese che ammiro davvero molto) il Pastel Goth (ho però un solo outfit); il Visual Kei, che è stato il primo stile in assoluto; infine il Decora, ero molto titubante nel provare questo stile, perché è completamente l’opposto di ciò che indosso solitamente ma ci ho provato comunque e devo dire che sono abbastanza soddisfatto. Una volta arrivato a Tokyo farò scorta di accessori colorati per portarlo più spesso!
Per lo stile Visual Kei amo Sex Pot Revenge e Queen of Darkness, mentre per il Decora e il Cyber non ho delle marche preferite, compro quello che mi piace, a volte anche in negozi normalissimi.

12782501_10208668274648358_76566803_n
Matteo in Kodona C:

Ora veniamo alle solite domande un po’ più personali. Cosa ne pensano del tuo stile amici e parenti?
All’inizio i miei genitori non erano molto “contenti”, più che altro avevano paura delle reazioni delle persone della mia città. Ma in poco tempo si sono abituati e, anzi, adesso spesso sono loro a consigliarmi, infatti prima di comprare qualcosa chiedo la loro opinione.
Gli amici attuali mi hanno conosciuto che già vestivo stili Harajuku quindi mi hanno sempre supportato e anzi quando vesto “casual” mi chiedono se vada tutto bene!

Viste queste premesse positive, allora sei mai stato preso in giro per il tuo modo di vestire? E come hai affrontato le critiche?
Nella mia città sì, soprattutto all’inizio. Ma arrivando dalla moda emo/Goth, ero abituato alle critiche/prese in giro, quindi avevo già le spalle molto larghe!
Diciamo che ormai non ci faccio più nemmeno caso e non me la prendo nemmeno più, anzi molto spesso sono i miei amici ad innervosirsi quando le persone mi indicano o fanno commenti poco felici. Comunque sia non sono una persona che sta attenta al giudizio delle persone.

Fai bene! Allora immagino tu conosca altre persone che indossano questo o altre mode giapponesi?
Si conosco moltissime persone le quali vestono moda giapponese e sono anche uno degli organizzatori della Milajuku, evento a cui non manchiamo di radunarci! La cosa più bella che questa passione mi ha dato e continua a dare, infatti, sono le amicizie. Sono in contatto con tutto il mondo (America, Giappone, Svezia, Francia e moltissimi altri paesi), e ovviamente conosco persone di moltissime città italiane.

Prendi qualcuno in particolare come modello per il tuo stile? Altrimenti a cosa ti ispiri?
Per quanto riguarda il Cyber il mio modello di riferimento è sicuramente DJ SiSeN, mentre per quanto riguarda gli altri stili, no. Cerco sempre di essere originale e in alcuni casi, come ad esempio il decora, mischio in realtà più stili insieme (decora e creepycute) discostandomi dai canoni dello stile.

12790210_10208668226407152_1336369846_o
Muoio x°D

Come ti fa sentire indossare la moda Harajuku e in particolare l’Aristocrat?
Come ogni altro stile (anche quello piu semplice) è una parte di me, mi fa sentire bene con me stesso, a mio agio. è una parte del mio essere! Se un giorno non lo vestirò più rimarrà comunque un bellissimo ricordo di me e una bellissima esperienza perché, come ho già detto, grazie a questa moda ho conosciuto persone fantastiche.

Ultimo ma non ultimo: dai un consiglio a chi vorrebbe cominciare ad indossare questa o altre mode giapponesi!
Il consiglio che posso dare è quello di non comprare subito molti indumenti diversi, ma concentrarsi su uno o due outfits, cosi da riuscire a renderli da subito completi e fantastici! Ovviamente prima di compare consiglierei di informarsi molto su internet, ormai è facilissimo. Ci sono forum, blog, gruppi su facebook ecc nei quali vengono spiegate le basi degli stili Harajuku, leggete, leggete e osservate le immagini in giro!

 

Ed ecco conclusa anche questa intervista, in cui ho potuto anche farvi vedere un po’ un paio di stili di cui per ora non parlerò, ovvero il Cyber e il Visual kei (per questioni tecniche, diciamo ahah). Sono molto contenta e dunque vi do appuntamento, come al solito, al prossimo weekend e vi lascio qua sotto tutti i link utili 🙂

Link utili:
Pagina della Fashion Walk di Milano, Milajuku: https://www.facebook.com/JFashion.in.Milan/?ref=br_rs
Video di appreciation di un guardaroba Aristocrat: https://www.youtube.com/watch?v=lWimEfo19fU
12 steps per indossare Aristocrat: http://rosanitida.blogspot.it/2010/12/12-steps-to-become-gothic-aristocrat_23.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...