GG – Games and Gadgets: Take no Ko

Salve a tutti! Oggi ritorno su questa rubrica per parlarvi di un nuovo gioco 😀 il nostro Terence del Magic Warrior è “in ferie” ma prometto che la prossima volta tornerà qui a (s)parlare dei giochi che proveremo xD

Stavolta, al posto dei gattini (vi ricordate di Neko-In? Se non lo avete ancora fatto, leggete la recensione che ho scritto su questo gioco micioso!), troviamo niente meno che un panda pronto ad abbuffarsi di bambù grazie a voi!

Ma andiamo con ordine, non vorremo mica che gli vada tutto di traverso, no?

20160505_012753-1
Già dalla scatola piace subito. Il riferimento è palese, no? 😉

Pubblicato dalla Asterion Press, Take no Ko, letteralmente “germoglio di bambù”, si può giocare dai due ai quattro giocatori che si spera siano pronti a servire il proprio imperatore! Ci troviamo, infatti, alla corte imperiale giapponese e l’imperatore ha ricevuto in dono dalla sua controparte cinese un panda gigante, per onorare i trattati di pace tra i due paesi. Noi giocatori siamo i cortigiani dell’imperatore, il quale ha affidato il panda alle nostre cure. Come ben sappiamo, però, il panda ha un enorme appetito e mangia davvero un sacco di bambù quindi sta a noi riuscire a nutrirlo senza però distruggere tutto il campo imperiale!

Il contadino di corte coltiva tre varietà di bambù, rappresentate in tessere esagonali rosse, verdi e gialle. Queste sono porzioni di terreno coltivabile che però richiede di essere irrigato: le prime tessere infatti saranno posizionate accanto alla tessera centrale del laghetto, che ci permetterà di portare l’acqua in tutto il campo tramite canali che potremo posizionare a nostra discrezione.

Ognuno di noi cortigiani avrà a disposizione due mosse su cinque tra cui scegliere:

  • muovere il panda per nutrirlo;
  • posizionare una nuova porzione di terreno coltivato;
  • muovere il contadino per far crescere il bambù;
  • irrigare i campi grazie alla costruzione dei canali;
  • pescare una carta obiettivo.

Le carte obiettivo ci mostrano cosa dobbiamo ottenere dai campi per fare i punti segnati su di esse. La partita finisce quando viene completato da un giocatore un certo numero di obiettivi, stabilito in base al numero dei partecipanti.

Purtroppo in agricoltura è anche da considerare il fattore “tempo atmosferico”, che può essere causa di qualche difficoltà oppure tornare a nostro vantaggio. Il dado climatico ha sulle sei facce le varie condizioni climatiche che ci imporranno degli effetti diversi, come poter fare una mossa extra diversa dalle altre due o far crescere il bambù dove desideriamo.

20160505_012416

Take no Ko, dunque, è di base un gioco strategico nel quale però si deve lo stesso avere un pizzico di fortuna col meteo! Inoltre si deve sperare che i nostri colleghi cortigiani non rovinino le nostre azioni, facendoci fare brutta figura con l’imperatore, che assegnerà i punti finali!

Sono riuscita a giocare a questo gioco sia col numero minimo che col numero massimo di giocatori e le regole sono subito risultate chiare e di facile comprensione per tutti.

I componenti sono molto carini ma resistenti e perfettamente adatti al contesto: per far crescere il bambù, per esempio, abbiamo a disposizione cilindri di legno colorato che si incastrano tra loro e che vedremo crescere sul terreno di gioco. Sono presenti anche le due miniature del contadino di corte e del nostro cucciolone affamato e anche il dado e le pedine con cui segnare le nostre azioni sono in legno, mentre le tessere terreno sono in cartone bello spesso.

Lo spostamento delle miniature e la crescita variabile del bambù sono divertenti da osservare visivamente e il tutto risulta in qualche modo abbastanza dinamico, nonostante i pezzi da gestire siano pochi. Inoltre è divertente perseguire i propri obiettivi e vedere come questo possa influire negativamente su quelli degli avversari!

La grafica in generale poi è molto simpatica e cartoonesca e ho trovato originale l’introduzione al contesto di gioco tramite il fumetto che si trova nel brevissimo manuale delle regole.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Take no Ko è quindi un gioco leggero che potrebbe essere adatto anche per chi si sta avvicinando le prime volte ai giochi in scatola e tutto, dal tema alle meccaniche di gioco, lo rende piacevole e non noioso, grazie anche alla sua durata non eccessiva (circa 45 minuti al massimo).

Non ci resta quindi che dire itadakimasu al nostro panda gigante e arigatou gozaimasu a voi per aver letto questa recensione!
Ricordatevi della pagina facebook del blog Kotodama and Tea Time e appuntamento a domani con l’ultimo articolo dedicato alla moda Gyaru!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...