CULTURE CLUB: Maid & Butler Café – Tanoshimi Maid Café

Apro questa miniserie con grande gioia perché, esattamente come per quella sulla moda, sono stata aiutata da gruppi di persone che hanno deciso di prestarsi e rispondere alle mie domande per soddisfare la vostra curiosità 🙂

Stavolta parliamo di Maid & Butler Café, un tipo di locale molto particolare e che coloro che ho intervistato stanno cercando di far conoscere qui in Italia!

Di cosa si tratta esattamente?
I Maid Café, così come la loro controparte maschile coi Butlers, sono dei locali dove i clienti vengono intrattenuti da ragazze vestite da cameriere o ragazzi vestiti da maggiordomi, mentre gustano dolcetti e bevande da loro preparati e decorati.
Sono luoghi in cui il concetto di kawaii regna sovrano: le maid e i butler sono carini e gentili con i clienti, al punto da chiamarli goushujinsama e himesama, titoli onorifici equivalenti ai nostri “padroni”, e tutto quello che fanno è kawaii, dal loro comportamento verso i clienti al cibo che offrono, alle esibizioni e ai giochi che fanno insieme ai clienti.
Un format per noi decisamente fuori dagli schemi, che si allontana abbastanza dalla nostra idea di “café” ma proprio per questo da provare almeno una volta!

maid cafè
maidcafe

Oggi faranno da apripista i ragazzi e le ragazze del Tanoshimi Maid Café, che sono stati velocissimi nel rispondere alle mie domande, pur essendo molte, ed erano così entusiasti che tutti hanno voluto rispondere ad una domanda ciascuno!
Ma prima cominciamo con la loro leader, che ci spiegherà in generale come funziona il loro Maid Café ^^

foto 1

Ciao! Presentati e dicci qualcosa sul tuo Maid Café! Da quanto è attivo e come è nato?
Ciao! Sono Riku e faccio parte del Tanoshimi Maid Café, attivo dal Luglio 2013. Nel settembre dello stesso anno partecipammo al FantaExpo e da allora non ci siamo più fermati! Tutto parte in maniera inaspettata: siamo un gruppo di amici appassionati di cultura giapponese, che decide di mettersi in gioco creando qualcosa di grande. Il Tanoshimi nasce dalla voglia di diffondere un aspetto della moderna cultura nipponica, attraverso un format personalizzato. All’inizio il nostro team era composto esclusivamente da maid, ma in occasione del Comicon 2015 si sono aggiunti anche i butler >w<

Dai una tua personale definizione di Maid/Butler Café, descrivendo anche cos’è per te il lavoro della maid/del butler e che cosa rappresenta per te dal punto di vista affettivo e professionale il Maid/Butler Café di cui fai parte
Il Maid&Butler Café è un tipo di caffetteria a tema, nata in Giappone, dove i clienti sono accolti da ragazze e ragazzi con abiti da camerieri in stile vittoriano o francese. Oltre al tradizionale servizio presente in un locale, agli ospiti di un maid café vengono riservati riguardi speciali: ognuno di noi, infatti, ha personalità uniche e insostituibili, in base alle quali si relazionerà ai clienti in maniera diversa, facendoli divertire! Il format è arricchito da intrattenimenti di vario genere – giochi in attesa dell’ordinazione, balletti, dediche, foto e piccole magie – e reso unico nel suo genere con temi sempre originali, che variano per ogni giornata dell’evento. Personalmente tengo molto a questa attività, l’abbiamo fatta partire da zero e grazie all’impegno di tutti sta diventando un progetto sempre più importante. L’energia con cui lavoriamo nasce proprio da questo: vedere migliorare continuamente il Tanoshimi è per noi motivo di orgoglio; inoltre, essendo tutti legati da una fortissima amicizia, ci spalleggiamo e sproniamo a vicenda!

Perché hai deciso di fare la maid/il butler? Quali fattori ti hanno spinto in questa direzione?
Ho deciso di fare la maid per poter portare nelle fiere (ed anche al di fuori di esse) un tipo di intrattenimento diverso dal solito, ma popolare in Giappone. La scelta di portare avanti questo progetto è stata influenzata molto dall’entusiasmo dei miei amici e dal nostro impegno costante nel tempo. Nel giro di pochi anni abbiamo raggiunto traguardi che nemmeno ci aspettavamo, e questo ci ha spinto a puntare sempre più in alto! C’è voluta molta passione per portare avanti questo progetto, ma per noi è un grande onore poter dire che grazie ai nostri Goshujin-sama ed alle nostre Ojou-sama, che ci supportano in ogni occasione, stiamo realizzando il nostro sogno. Del resto, lavorare al meglio mentre ci si diverte tutti insieme, condividendo una passione, è bellissimo ed è il motivo principale della nostra riuscita!

Come è strutturato il Maid/Butler Café per cui lavori? Quanti siete, che ruoli avete, che cosa proponete (quali giochi, quali spettacoli, quali cibi ecc.)
Nel Tanoshimi Maid Cafè siamo 11, 7 maid e 4 butler, più il folletto della cucina che prepara tutti i dolcetti! Abbiamo un coordinatore e un leader: il primo si occupa dell’organizzazione degli eventi (allestimento, budget da utilizzare, fornitori per cibo&bevande, stampe e materiali utili), l’altro – sono io >w< – si occupa della gestione interna del maid (organizzando spesso riunioni per parlare del nostro lavoro, imparare i balletti, decidere nuovi progetti) e della sua supervisione per far sì che ogni idea venga sviluppata al meglio e per garantire un lavoro preciso ed efficiente in fiera. Insomma, due figure che siano di riferimento per tutti! Abbiamo poi 2 gestori per la parte Social (Facebook, Instagram ed Ask) che creano nuovi contenuti, promuovono i nuovi eventi e rimangono in contatto con il pubblico; e una coreografa (la nostra maid Hikari!) che ci propone i nuovi balletti, li modifica per renderli più belli e, soprattutto, aiuta tutti in caso di difficoltà ad impararli! In fondo ognuno di noi, con le proprie passioni ed abilità, si impegna affinché il nostro maid café sia unico nel suo genere, divertendo tutti coloro che ci vengono a trovare e facendo vivere loro dei momenti magici! Akira è appassionata di role-play e scrittura, e ci dà consigli per interpretare al meglio i nostri ruoli, Mari non si stacca da Illustrator e dalla tavoletta grafica, Hana adora disegnare ed entrambe fanno diventare il nostro maid più kawaii! Anche Danae ci aiuta con le coreografie, Mei invece prepara dolci a non finire che ci rimettono in forze! Tokiya e Taiki non possono fare a meno del cosplay e della musica, e insieme a Oto che ama cantare, trasformano l’atmosfera rendendola sempre allegra; infine Shin, che adora imparare i nuovi balletti del maid, la movimenta!

Durante gli eventi ogni giornata ha il suo tema – eccetto l’ultima, che è dedicata al classico maid&butler café! I giochi, le scenografie e i personaggi interpretati dal nostro team sono sempre diversi e creano una magica atmosfera, per offrire un servizio unico nel suo genere. Nel dettaglio, ai giochi in caso di sconfitta seguirà una piccola penitenza (Ballare, farsi una foto con crestina e grembiulino o cantare – mimando i giusti movimenti – la canzone del gatto: NyanNyanSong!), ed in caso di vittoria si avrà diritto ad un premio (una dedica della propria maid/butler preferito, un balletto in onore del vincitore o la decorazione del piatto con un topping speciale), ma le nostre maid e i nostri butler sono potentissimi e difficili da battere! Durante la giornata, poi, si potrà assistere alle coreografie più complesse eseguite dal gruppo. Tutto ciò gustando un dolcissimo menù! Anche in questo caso la nostra offerta varia spessissimo (durante le giornate a tema potrete trovare un piatto speciale!), ma solitamente privilegiamo torte in vari gusti, cupcakes e pancakes, abbinati a thè (freddi in estate, caldi in inverno), succhi di frutta e latte al cacao, al cocco ed alla fragola. Ovviamente non manca una magia per rendere il cibo ancora più buono, per cui prima di mangiare i clienti potranno pronunciare il Moe Moe Kyun con la loro maid/butler! E a fine consumazione, potranno chiedere una foto tutti assieme e lasciarci una dedica.

foto 2
Ecco lo staff al completo!

Come avete scelto i membri del vostro team e i vostri nomi? Come avete stabilito il leader e i vari compiti per l’organizzazione degli eventi? Se ci sarà bisogno, amplierete il gruppo con delle selezioni?
Non c’è stata una vera scelta dei membri, perché ci conoscevamo già da prima della nascita del maid: nata l’idea, ne abbiamo fatto parte tutti insieme! Ognuno poi ha scelto il proprio nome secondo i suoi gusti e preferenze: Tokiya ha scelto il suo nome in onore di Tokiya Ichinose di Uta-Pri, adora la passione che, come lui, mette in tutto ciò che fa 💜 Perché Hana? Semplice! La nostra maid ha sempre amato i fiori, di ogni forma e colore 🌺 Il nome Shin viene direttamente da uno dei personaggi del manga preferito del nostro butler: Naruto! Mentre Mari corrisponde al soprannome che usa nella vita di tutti i giorni, nonché ad un nome giapponese che adora moltissimo ♡ Hikari e Akira hanno tratto i loro nomi da un anime che entrambe amano, Special A! La prima è stata colpita dal significato: Luce (la nostra maid è adorabile, e ha paura del buio!), mentre la seconda si è ritrovata molto affine al personaggio. Taiki non ha una precisa ragione per la scelta del proprio nome, semplicemente gli piaceva: in giapponese significa “aria, atmosfera” e il suo segno zodiacale è la bilancia, quindi un segno d’aria, e può avere anche il significato di “grande splendore” se scritto in kanji. Riku è lo stesso nome di un personaggio di DNAngel, che mi somiglia, e di Kingdom Hearts. È molto carino, mi sta a pennello! L’origine del nome Danae è ambigua, ma è tratto dalla mitologia greca di cui è appassionata la nostra maid, che l’ha scelto anche perché adora l’omonimo quadro di Klimt. Il nick Oto significa “Suono”, nella sua semplicità racchiude la passione per la musica del nostro butler. Niente avrebbe potuto rappresentarlo meglio! Il primo film di Miyazaki visto da Mei è “Il mio vicino Totoro” – ricorderete tutti la piccola Mei, a cui la nostra maid si è ispirata. Il suo nome significa anche “germoglio di vita”.

La scelta dei coordinatori è stata fatta secondo le disponibilità e le predisposizioni di ognuno: quando un membro del team voleva assumersi l’impegno e la responsabilità di alcuni progetti, si faceva avanti e parlandone insieme si sceglieva quello che pensavamo fosse il più adatto! Il nostro è un lavoro di squadra, collaboriamo e ci confrontiamo affinché il maid possa crescere grazie alle abilità di ognuno. Per ora il nostro staff è al completo, ma se avessimo bisogno di un’altra maid o di un altro butler apriremo le selezioni!

In che zona operate? Avete una sede fissa o andate solo per fiere e locali (specificare quali)? Se non avete un locale fisso, avete mai pensato di affittarne uno e di aprire una vera e propria attività?
Siamo tutti di Salerno e dintorni, per cui operiamo principalmente in Campania. Non abbiamo una sede fissa, ma abbiamo lavorato in diversi eventi – tre edizioni del FantaExpo, il Cavacon, il Salerno Comicon e le ultime due edizioni del Napoli Comicon (nel 2015 come Maid Café ufficiale della fiera e quest’anno in collaborazione con Viral Games) – ed organizzato serate a tema maid café in diversi locali della città, come il ristorante giapponese Maneki Neko e la fumetteria Kaboom. Per ora sarebbe difficile aprire un locale, perché tutti i membri del Tanoshimi studiano, anche da fuori sede, o lavorano (pur riuscendo a prendere parte ai nostri eventi più importanti!). Certo, sarebbe magnifico, ma per il momento il nostro obiettivo è continuare a far crescere il nostro progetto come possiamo. >w<

Raccontami un evento tipo del tuo Maid/Butler Café dal tuo punto di vista. Come accogli i clienti, interpreti il tuo personaggio? Come vi coordinate tu e i tuoi compagni? Come si svolge l’intero evento?
In un evento del Tanoshimi, il cliente è accolto con il tipico benvenuto del maid café: «Okaerinasaimase Goshujin-sama / Ojou – sama! Kochiira doozo» (Bentornato a casa milord / milady! Da questa parte, pregoおかえりなさいませ 御主人様、お嬢様。こちらどうぞ). Visto che il mio personaggio è contraddistinto dalle personalità Deredere e Moe (molto allegra e dolce) mi rapporto al cliente sorridendo sempre e trattandolo con cura. Lo faccio accomodare al tavolo, illustrando il menù del giorno e consigliando eventuali piatti a tema speciali. Spesso servo in coppia con uno dei miei colleghi: giocando con i nostri personaggi maid/butler facciamo sì che le due personalità si scontrino o si spalleggino a vicenda per creare un divertente gioco di ruolo dal vivo! Una volta presa l’ordinazione, propongo dei giochi molto semplici da fare al tavolo nell’attesa, come il memory del Tanoshimi (trovare due carte uguali tra quelle con i chibi delle maid e dei butler), la pesca del bastoncino con la punta colorata e la scelta – con un po’ di fortuna! – del cucchiaino capovolto con il cupcake sul retro. Durante gli eventi a tema aggiungiamo svariati giochi speciali, e tutti questi si concludono con un premio o una penitenza per il cliente! Pronto l’ordine, porto i dolci al tavolo e facciamo tutti insieme un “antichissimo” rito magico per rendere il cibo ancora più buono: formiamo un cuoricino unendo la mano destra e la sinistra, lo puntiamo verso il cibo e pronunciamo l’incantesimo «Moe Moe Kyun! 萌え萌えキュン ». Durante la consumazione è possibile assistere alle coreografie del Tanoshimi: molte sono tratte da brani delle T-Ara, ma non mancano famosi balletti tratti dalla cultura pop giapponese. I clienti possono poi richiedere una foto con la propria maid o il proprio butler preferito, e se lo desiderano anche con tutto il team! Inoltre lasciamo dei post-it a disposizione di tutti per chi volesse lasciare una dedica, e a fine fiera ci fa davvero piacere vedere quante ne abbiamo accumulate (in occasione del Comicon 2015 la quantità era tale da riempire una parete intera! > w < ) Infine, quando i nostri ospiti vanno via, vengono salutati con un’altra frase tipica dei maid café: «Itterasshaimase Goshujin-sama / Ojou-sama! » (Arrivederci milord / milady! いってらっしゃいませ).

Parlami del tuo “personaggio” (abbigliamento, carattere, provenienza, ecc.) e delle tue specialità.
I personaggi che interpretiamo non hanno un proprio background, sono semplicemente la trasposizione maid di ognuno/a di noi: il colore, il simbolo, il dere e il wanted con le caratteristiche che ci contraddistinguono corrispondono alle nostre passioni reali. Il mio nome da maid è Riku! Quando vesto i suoi panni indosso la divisa del Tanoshimi: di base è uguale per tutti, ma in essa variano alcuni dettagli (come il colore), che la maid/il butler può personalizzare in base alle sue caratteristiche, cosicché ognuno possa essere unico! Le ali sono il mio simbolo e il mio colore di riconoscimento è il rosso. Il mio carattere nasce dall’unione di due personalità dere: Moe (dolce, ingenua e gentile) e Deredere (solare, simpatica ed energica). Ognuno di noi ha scelto combinazioni diverse, quindi si spazia dalla maid fredda e scostante al butler gentiluomo e raffinato! Tuttavia, a differenza di quanto accade in molti maid café, durante le giornate a tema i nostri ruoli hanno un’ulteriore evoluzione: ognuno di noi interpreta un personaggio fra i più caratteristici dell’argomento selezionato e affine al proprio carattere (si personalizza anche la propria divisa per evocarne l’immagine in versione maid / butler). Ed è così che Akira interpreta il potentissimo Smaug durante il tema Tolkien, Mei la coraggiosa Mulan nella giornata Disney, Danae diventa Amy Pond di Doctor Who e Mari Darth Vader nello Star Wars Day, e così via. Nani, elfi, hobbit, principesse, dalek, dottori e jedi trasformano il maid café in una caffetteria di un altro mondo, che sia la Terra di Mezzo o un castello incantato *w* Ovviamente abbiamo in serbo ancora tantissimi temi da proporre ai nostri clienti!

Come vi procurate i materiali per gli eventi? Vi fate carico delle spese o avete degli “sponsor”?
Non abbiamo sponsor, per cui ci procuriamo autonomamente i materiali per gli eventi, facendoci carico di tutte le spese. Questo contribuisce all’affiatamento del gruppo, poiché proponiamo sempre nuove idee per creare un fantastico maid café tenendo conto di essere i responsabili del nostro budget! Ad esempio, molto spesso creiamo a mano tutte le scenografie presenti e personalizziamo autonomamente le nostre divise, mettendoci al lavoro affinché l’area sia piena di decorazioni e i personaggi siano bellissimi.

foto 3
Una foto del Comicon 2015 come Maid Café della fiera! Da sx a dx: Oto, Riku, Danae, Tokiya, Akira, Hikari, Taiki, Shim e Mari. Ognuno aveva personalizzato la propria divisa rispettando il tema del giorno, ovvero Tolkien e il mondo del Signore degli Anelli!

Come avete scelto e creato le vostre divise? (solo se i personaggi non hanno ciascuno degli abiti specifici)
Le nostre divise sono state pensate da tutto il team, disegnate da una delle nostre maid – aspirante grafica ed illustratrice – e realizzate infine da una sarta di fiducia. Riprendono lo stile vittoriano ma sono personalizzate in modo che siano moderne ed originali, e in più vengono arricchite con gli accessori preferiti di ciascuna maid. I butlers, invece, hanno un’elegante divisa con pantaloni e gilet neri, camicia bianca ed accessori con il colore che li caratterizza.

Come e perché avete scelto questo nome per il vostro café?
Tanoshimi ( 楽しみ ) in giapponese significa Divertimento: abbiamo scelto questo nome proprio perché volevamo che il nostro café fosse un’attività divertente per noi e per tutti i nostri clienti!
Scritto in maniera diversa può significare anche “guardare al futuro”, ed è ciò che facciamo ogni giorno, coltivando insieme questa grande passione!

Cercate di seguire il modello giapponese o di interpretare a modo vostro il Maid Café come intrattenimento? In che modo? (cambiando spesso il tema dei vostri eventi, regole particolari, divise diverse…)
Cerchiamo di seguire al meglio il modello dei maid café giapponesi, pur rielaborandoli in chiave unica ed originale! Infatti, così come riprendiamo il classico format d’accoglienza e le personalità dere, personalizziamo l’esperienza all’interno del Tanoshimi con le giornate a tema e le caratterizzazioni di maid & butler, che risultano meno stereotipate rispetto al classico maid café e più legate al tema del giorno, specialmente quando il nostro team interpreta personaggi conosciuti e amati da tutti! Nel dettaglio, la nostra squadra è formata dalla piccola Mei (tsundere, molto irascibile all’apparenza, ma con un cuore gentile!), Mari (un po’ pasticciona e yandere, apparentemente gentile ma dall’indole psicopatica…), Danae (la maid coldere per eccellenza, talvolta un po’ tsundere, ma fredda e scostante con tutti), Hikari (himedere e moekko allo stato puro, nessuno è dolce come lei!), Hana – dal dere dojikko, arricchito da tanta vivacità! – che combina sempre guai, talmente pasticciona che Taiki deve richiamarla sempre, del resto è un precisissimo dandere con una grandissima autostima, quasi kamidere > < Shin è gentile, amorevole e un po’ boke all’apparenza, mentre Oto è un vero gentleman, il perfetto butler inglese. Il fascino di Tokiya è accompagnato da una personalità deredere spigliata e piena di energia; Akira, poi, è la kamidere assoluta, regale ed ambiziosa!

Pensate che in Italia possano nascere dei veri e propri locali a tema? (Se sì, spiegare il perché, es.: può diventare un lavoro part time per i giovani oppure può essere come un normale bar ma con l’elemento maid aggiuntivo, altro) O piuttosto rimarrà solo un intrattenimento per le fiere del fumetto? (Se si pensa questo, spiegare il perché, es.: è ancora troppo poco conosciuto come intrattenimento, non sarebbe compreso dai più, altro)
Pensiamo che in Italia possano nascere dei veri e propri locali come i maid café. La popolarità di questo tipo di intrattenimento è in costante crescita e, così com’è successo per i Neko Café, prima o poi una nuova caffetteria potrebbe uscire dall’ambito delle fiere del fumetto e farsi conoscere anche dal resto del pubblico, come luogo fisico. Molti maid café, compreso il nostro, preparano spesso serate ed eventi a tema in locali o fumetterie, quindi chissà!

foto 4
Qui il gruppo è insieme a Reika, cosplayer giapponese molto famosa! Da dx a sx: Danae, Hikari, Mei, Tokiya, Taiki, Mari e Riku.

Come vi sembra che sia accolto questo tipo di intrattenimento agli eventi che organizzate da chi non lo conosce?
In tutti gli eventi a cui abbiamo partecipato, il Tanoshimi è stato sempre accolto con entusiasmo anche da chi vi entrava per la prima volta, o non avesse mai sentito parlare di ‘maid café’. Il nostro pubblico è davvero eterogeneo: così come riceviamo tantissimi ragazzi e ragazze che desiderano una semplice pausa relax o vogliono provare qualcosa di nuovo, arrivano da noi anche famiglie, e sia i genitori che i bambini sono entusiasti del particolare servizio che offriamo! Talvolta è successo che qualche cliente ci avesse scambiato per una normale caffetteria, rimanendo poi piacevolmente sorpreso nello scoprire che c’è molto di più! Ormai abbiamo tanti “habitué”, che ci seguono in ogni evento e addirittura ci vengono a trovare ogni giorno, per poter provare tutti i diversi temi. La nostra attività è davvero accolta positivamente e riesce a soddisfare grandi e piccini perché offre momenti magici da passare in compagnia!

Il servizio di Nadia Toffa delle Iene ha creato parecchi fraintendimenti riguardo il lavoro in un Maid Café, voi cosa pensate a riguardo e cosa volete fare nel vostro piccolo per cambiare l’opinione pubblica?
Il servizio di Nadia Toffa ci ha dispiaciuti molto perché l’argomento trattato era molto delicato e andava affrontato sicuramente in modo diverso, in particolar modo se pensiamo che si tratta di una cultura tanto lontana e diversa dalla nostra. Inserire i maid café in quel genere di discorso, così superficialmente, ha portato molte persone a fraintendere la loro funzione e le ha rese sospettose verso quello che sono in realtà. Ciò ci ha toccati ancora più da vicino poiché alcuni di noi sono andati in Giappone, recandosi personalmente nei maid café e provando il servizio offerto in questo tipo di locale. Nel nostro piccolo, cercheremo di lavorare sempre al meglio per dimostrare che il Maid Café è solo un luogo di incontro, di gioco e di divertimento privo di senso ambiguo, in Italia così come in Giappone.

Ottima risposta! E adesso tocca agli altri membri del café 😀

Come ti chiami e qual è il tuo talento?
Risponde Hikari: Watashi wa Hikari desu! Questo nome in giapponese vuol dire “Luce”. L’ho scelto ispirandomi a Hikari Hanazono, uno dei miei personaggi preferiti di “Special A”. Dato che ho praticato ginnastica artistica e danza, penso che il mio talento sia il ballo! ≧≦ Mi diverto molto ad insegnare i passi delle coreografie ai miei colleghi o a modificarli per personalizzarli il più possibile, affinché risultino più interessanti e belli da guardare!

Avevi già fatto esperienze da cameriera/e? Perché hai deciso di far parte del team?
Risponde Akira: In realtà no, non avevo mai lavorato come cameriera né fatto da animatrice, però quando mi fu proposto di entrare a far parte di questo progetto ne fui assolutamente entusiasta. Iniziai anche un po’ per gioco, a dir la verità. Sembrava qualcosa di divertente, ed avevo la possibilità di mettermi alla prova e fare esperienza in un ambiente (quello delle fiere) che mi era in qualche modo familiare. Sinceramente, al momento sono tremendamente grata alla persona che un giorno, dal nulla, mi chiese se fossi interessata a far parte di un maid. Ho avuto la fortuna di incontrare persone stupende, che ormai considero quasi parte della mia famiglia, e per quanto sfiancante possa essere questo lavoro, alla fine della giornata la soddisfazione è sempre tanta.

foto 7
Mari e Akira!
foto 6
Oto e Danae :3

Quali qualità pensi si debbano avere per poter fare la maid/il butler?
Risponde Danae: Il bello del nostro team è quello di non essere uguali, siamo diversi da molti punti di vista ma nel contempo formiamo un gruppo affiatato e omogeneo. Le qualità di ognuno sono importanti in un modo o nell’altro. La cosa importante però, per poter far parte di un maid cafè, è volersi mettere in gioco, essere spigliati e sapersi rapportare con le persone, ma soprattutto bisogna avere voglia di migliorarsi costantemente.

Qual è il cibo che servite che preferisci?
Risponde Oto: Al FantaExpo del 2015 servimmo degli ottimi cupcake al cioccolato adornati con delle ostie a tema Star Wars. Credo di esserne diventato dipendente! Passavo le mie pause durante la giornata a cercare di convincere il nostro folletto della cucina a darmene qualcuno: non sempre riuscivo, ma sono pronto ad affermare che di sicuro è valsa la pena provare! Quei dolci erano favolosi, fosse stato per me i clienti non li avrebbero nemmeni assaggiati, purtroppo però erano molto richiesti… Ne vorrei uno anche adesso.

Cosa ti piacerebbe poter portare ai vostri eventi (nuovi cibi, nuovi giochi, più spettacoli, una durata più lunga dell’evento ecc.)
Risponde Mari: Cerco sempre di pensare a nuovi modi per rendere unici i nostri eventi e devo ammettere che avrei una valanga di idee da proporre > w < Sicuramente ciò che ci contraddistingue è l’originalità dei temi e mi piacerebbe realizzarne moltissimi altri! Fra i futuri progetti, sicuramente inseriremo ulteriori coreografie Kpop per il prossimo evento, e qualche deliziosa novità nel menù. Ma non è finita qui, naturalmente non voglio svelare molto per cui invito tutti i lettori a seguirci sulla pagina Facebook! ;3

Ti è mai successo che qualche cliente ti facesse avances o avesse comunque comportamenti spiacevoli nei tuoi confronti? Come hai reagito?
Risponde Mei: Avances forse è una parola grossa, diciamo che i clienti in questione non hanno letto con attenzione il regolamento! Stavamo facendo l’Hashi Ganbatte, un gioco di fortuna dove bisogna pescare il bastoncino rosso per poter vincere. La Dea bendata in questo caso ha favorito un ragazzo, che avrebbe dovuto ricevere un premio e per questo ha chiesto:«Posso avere un bacio?» *crack* Quello, purtroppo, non era il collo del mio cliente, anche se avrei voluto lo fosse, ma le povere bacchette spezzate a metà dalla mia ira . Eppure era stato avvisato del mio caratterino!

foto 5
Shin e Hana ❤

Come ti senti quando il vostro evento finisce? Soddisfatta/o?
Risponde Shin: Al termine di ogni nostro evento, sicuramente la prima cosa che sento è la stanchezza! 😛 Ma poi guardando ai giorni appena trascorsi non posso far a meno di sorridere, soprattutto perché mi rendo conto di aver conosciuto nuove persone speciali e la mia soddisfazione più grande sta proprio nel vederle felici! In più, divertirmi con i miei amici mentre lavoriamo e dopo, raccontandoci com’è andata, completa il quadro. Infatti, a fine evento inizia subito a mancarmi l’atmosfera allegra che si crea sempre nel nostro maid!

Raccontami qualche
aneddoto divertente su come si comportano e reagiscono le persone e come hai cercato di rispondere.

Risponde Tokiya: Tokiya a rapporto \*^*/
I nostri clienti sono dei tipi più variegati, e devo dire di ritenermi fortunato, poiché ognuno di loro riesce sempre a lasciarmi una bellissima esperienza.
Personalmente, il ricordo più buffo che mi viene in mente riguarda dei clienti un po’ distratti che non si erano resi conti di essere entrati in un maid café, confondendolo con un normalissimo bar!
È stato divertentissimo per me spiegargli come funzionasse e giocare con loro, che da quel momento sono diventati clienti affezionati e più volte sono tornati a trovarci, stavolta consapevolmente!

Cosa ne pensano di questa vostra attività i vostri genitori e amici esterni al mondo dei maid café e della cultura giapponese?
Risponde Hana: In molti pensano che sia una perdita di tempo, perché venendo da un contesto esterno alle fiere non hanno un’idea positiva di questo genere di attività. Per quanto riguarda la mia famiglia, sono felici che io faccia nuove esperienze che riguardano anche l’ambito lavorativo, ma spesso vorrebbero che impegnassi più tempo per lo studio che per altro! ≧≦ Personalmente sono felice di aver potuto far parte di questo gruppo, ho imparato tantissime cose che mi aiutano ad affrontare la vita di ogni giorno!

Cosa pensate vi stia lasciando di importante questa esperienza?
Risponde Taiki: Sicuramente ci sta lasciando molto, sia a livello individuale che collettivo. Lavorare insieme per questo progetto ci ha permesso sia di approfondire i rapporti di amicizia fra alcuni di noi, sia di consolidare quelli già esistenti! Infatti condividiamo tutto (gioia, divertimento, e dietro le quinte anche l’ansia). Ogni evento è un’esperienza unica e occorre cooperare al meglio per far sì che tutto vada nel migliore dei modi. Il portarci sempre a confrontare con persone dalle variegate personalità, l’affrontare con la relativa prontezza e determinazione i possibili imprevisti, il dover interpretare il proprio personaggio, ci consente man mano di metterci alla prova direttamente sul campo. In questo modo riusciamo a capire cosa migliorare facendo tesoro dei nostri errori, così da essere ancora più preparati per la volta successiva. Aver eseguito performance sul palco, o comunque davanti a molte persone, ci ha dato la possibilità di una crescita personale consentendoci di vincere la timidezza. Rapportarci con i nostri clienti e vederli andare via soddisfatti è già un grande appagamento personale!

foto 8
Mei, Tokiya, Taiki e Hikari 😀

Domanda bonus per tutti: fate un bell’annuncio per invogliare chi vi legge a provare il vostro café la prossima volta che farete un evento!
Okaerinasaimase Goshujin-sama ed Ojou-sama ❤ Siamo le maid e i butler del Tanoshimi, il primo Maid Café in Campania! Vi aspettiamo al prossimo evento con nuovissime giornate a tema, tanti balletti e le nostre personalità tutte da scoprire!

Grazie davvero ragazzi, siete strepitosi! E voi lettori, se siete delle loro parti e volete sapere la prossima fiera a cui saranno presenti e altri loro eventi, seguiteli sulla loro pagina facebook ufficiale a questo link -> https://www.facebook.com/TanoshimiMaidCafe/?fref=ts
mentre per leggere le prossime interviste e non perdere nessuno dei miei post, mettete mi piace alla pagina Facebook del blog, Kotodama and Tea Time!

Grazie per la lettura e a presto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...