CULTURE CLUB: Maid Café – Maidolls

Rieccoci su questa miniserie dedicata ai favolosi maid café!
Come avete già visto la scorsa volta, anche in Italia ci sono gruppi di ragazzi che cercano di portare questo tipo di intrattenimento nelle nostre fiere del fumetto e non solo.

Oggi faremo la conoscenza del Team Royal del Maidolls, capitanato dalla meravigliosa Miio Eclaire Fraise, che ho avuto il piacere di incontrare personalmente! Questa di oggi sarà una lunga intervista, grazie alla partecipazione di due delle maid del gruppo, quindi cominciamo subito da Miio!

Ciao e grazie per aver partecipato! Dicci qualcosa del Maidolls, da quanto è attivo e come è nato?
Il Maid Cafè per cui lavoro è il Team Royal Maidolls Maid Cafè di Milano, si potrebbe definire un “distaccamento” del Maidolls Maid Cafè che nasce in Sicilia.
Il progetto Maidolls è stato creato nel 2011 ed è il primo Maid Cafè ad essere stato creato in Italia, il Team Royal è nato invece nel 2014 grazie alla collaborazione tra Ex Cogito, l’associazione creatrice di Maidolls, e Yamato Video.
In seguito all’esperienza con Yamato Video il Team Royal si è preso un “anno sabbatico” per poi tornare, con la formazione che potete vedere oggi, a Novembre 2015.

Team Royal quasi al completo
Il Maidolls quasi al completo!

Dai una tua personale definizione di Maid/Butler Café, descrivendo anche cos’è per te il lavoro della maid/del butler e che cosa rappresenta per te dal punto di vista affettivo e professionale il Maid/Butler Café di cui fai parte.
Personalmente ritengo che un Maid Cafè sia principalmente un gioco, un modo per evadere dalla vita di tutti i giorni, sentirsi coccolati e divertirsi abbandonando le problematiche quotidiane. Per questo ritengo che il nostro lavoro come Maid sia importante, perchè ci permette di dare gioia alle persone. Tengo molto al mio Maid Cafè, ci investo tutto il tempo che riesco e ogni fiera nuova alla quale partecipiamo per me è un grande passo in avanti; professionalmente parlando il Team Royal Maidolls Maid Cafè mi da tante soddisfazioni, è gratificante quando gli organizzatori di una fiera ci fanno i complimenti per il lavoro svolto e ci chiedono di ritornare l’edizione successiva, lavorando qui sto imparando moltissimo sia dal punto di vista lavorativo, dovendomi occupare della gestione degli eventi, del budget, dei contatti con fiere e locali e del marketing, sia dal punto di vista personale, inoltre sto incontrando persone splendide.

Perché hai deciso di fare la maid/il butler? Quali fattori ti hanno spinto in questa direzione?
Questa è una domanda molto difficile. Credo di averlo fatto inizialmente per hobby, non credevo sarebbe diventato un lavoro vero e proprio. A differenza di molte ragazze che lavorano in questo ambito non sono mai stata appassionata ai Maid Cafè giapponesi ma ho sempre adorato avere a che fare col pubblico e far felici le persone, credo che il Maid Cafè sia stato un buon modo per unire questa mia socievolezza con la passione per la cultura Giapponese.

Come è strutturato il Maid/Butler Café per cui lavori? Quanti siete, che ruoli avete, che cosa proponete (quali giochi, quali spettacoli, quali cibi ecc.)
Il Team Royal conta attualmente 11 membri di cui 9 Maid, 1 Butler [di recente acquisizione] e una fotografa/Salva vita. Non ci sono ruoli definiti nel nostro Maid Cafè, a parte il mio, che è un ruolo prettamente gestionale, siamo tutti alla pari e collaboriamo perché i nostri eventi riescano al meglio! Ciò che proponiamo è un adattamento “occidentale” dei tradizionali locali di Akihabara, dove cameriere in uniforme alla francese condividono con i clienti al tavolo, durante la degustazione di cibi e bevande, giochi, penitenze e attività d’intrattenimento come balli e il karaoke. Inoltre ai clienti proponiamo di partecipare alla nostra Fukubiki, che è stata costruita da noi ed è la prima Fukubiki italiana, che è una lotteria Giapponese. Ecco come funziona: girando il pomello della nostra Fukubiki, una ruota chiusa contenente biglie colorate, ne fuoriesce una e ad ogni colore sono abbinati dei premi tra cui il cliente può scegliere.

Che cosa carina, come nei matsuri!
Come avete scelto i membri del vostro team e i vostri nomi? Come avete stabilito il leader e i vari compiti per l’organizzazione degli eventi? Se ci sarà bisogno, amplierete il gruppo con delle selezioni?
I membri del nostro Team sono stati tutti scelti in seguito a delle selezioni. I nostri nomi derivano tutti da dolci Francesi, io ad esempio mi chiamo Miio Eclaire Fraise, letteralmente Eclaire alla Fragola, per chi non lo sapesse gli Eclaire sono una specie di Profitteroles dalla forma allungata farciti con creme ai vari gusti. Il mio ruolo di leader non è stato proprio scelto, diciamo che è capitato; la leader precedente aveva bisogno di un secondo in comando perché con gli impegni non riusciva a stare dietro a tutto e sono arrivata io; col tempo i suoi impegni sono diventati sempre di più e quindi ha deciso di cedermi il posto. Per l’organizzazione degli eventi collaboriamo, decidiamo assieme quali giochi e attività proporre o quali menù presentare. Se nel futuro avremo bisogno di nuove Maid o Butlers faremo sicuramente delle selezioni, anche se per il momento essendo in tanti non ne vediamo la necessità, se e quando dovesse succedere pubblicheremo l’annuncio sulla nostra pagina facebook quindi stay tuned ❤

Ecco, dicci, in che zona operate? Avete una sede fissa o andate solo per fiere e locali? Se non avete un locale fisso, avete mai pensato di affittarne uno e di aprire una vera e propria attività?
Operiamo principalmente su Milano e dintorni anche se spesso collaboriamo con fiere anche molto lontane, come il CUSplay Pisa o il Vicomix a Vicenza, al momento non abbiamo una sede fissa ma potremmo presto averne una [ma è ancora un segreto quindi non posso svelarvi di più]. Abbiamo pensato di affittare un locale tutto nostro ma al momento un po’ per motivi finanziari un po’ perchè non siamo sicure funzionerebbe al 100% abbiamo deciso di non affrettare le cose.

team royal al vicomix 2016 con giorgio vanni
Il Maidolls con Giorgio Vanni al Vicomix, dove anche io ho potuto usufruire del loro servizio :3

Raccontami un evento tipo del Team Royal dal tuo punto di vista. Come accogli i clienti, interpreti il tuo personaggio? Come vi coordinate tu e i tuoi compagni? Come si svolge l’intero evento?
I nostri eventi sono di vario tipo per cui mi limiterò a descrivere a grandi linee quello che succede. Il cliente arriva al Maid Cafè e viene accolto in cassa, spesso e volentieri da me, il mio personaggio è molto allegro e solare così quando vengono accolti i clienti cerco di metterli subito a loro agio, questo è molto importante sopratutto quando ci troviamo ad avere a che fare con clienti che non sono mai stati in un Maid Cafè e non conoscono questo mondo. Dall’ingresso viene accompagnato al tavolo da una Maid, che si occuperà di prendere le ordinazioni per cibo e bevande, una volta serviti i clienti con le cibarie, che vengono decorate in cucina, inizia il divertimento, vengono proposti vari giochi, i clienti possono scegliere se sfidarsi tra loro o sfidare direttamente la Maid, chi perde dovrà fare un ritratto del vincitore, che in seguito verrà attaccato nel nostro angolo della vergogna. Del tavolo si occupa principalmente la Maid che si è occupata dell’accoglienza all’ingresso, se non ci sono troppi tavoli le Maid che non sono impegnate girano nei vari tavoli interagendo con i clienti ad esempio andando a portare fortuna ai clienti durante le sfide o facendo gli elementi di disturbo.

Miio Eclaire Fraise e amica-cliente scattata da nightlife ticino
Miio nella sua splendida divisa, insieme ad una cliente!

Parlami del tuo “personaggio” (abbigliamento, carattere, provenienza, ecc.) e delle tue specialità.
Il mio nome è Miio Eclaire Fraise, mi ispiro alla moda giapponese Gyaru, una moda nata a Shibuya negli anni 70, caratterizzato da accessori glamour e un trucco particolare che serve a far sembrare gli occhi più grandi [non mi dilungo nella spiegazione dello stile perché seguo il tuo blog e sono sicura che chiunque sia interessato troverà la risposta a tutte le sue domande nella sezione dedicata al Gyaru ^^ ]
Il mio colore preferito è il Fuxia che indosso sempre con i miei accessori e il mio rossetto. I miei hobby sono la moda Gyaru, fare shopping con le amiche e divertirmi appena posso! Ho un carattere allegro e sono stata creata dal Doll Master per portare alle mie sorelle una carica di energia!

Bel personaggio (e grazie per la pubblicità ahahah), si addice allo spirito allegro e spensierato del Maid Café! Come vi procurate i materiali per gli eventi? Vi fate carico delle spese o avete degli “sponsor”?
I materiali per gli eventi vengono procurati in vari modi, molti sono creati da noi, come la nostra Fukubiki, altri sono stati acquistati, purtroppo non abbiamo ancora uno sponsor per cui tutte le spese sono a nostro carico. Comunque siamo sempre aperte a nuove collaborazioni per cui se qualcuno volesse contattarci per sponsorizzarci può scriverci sulla nostra pagina facebook o sulla nostra e mail!

Come avete scelto e creato le vostre divise? (solo se i personaggi non hanno ciascuno degli abiti specifici)
Le nostre divise attuali sono in fase di cambiamento! Le prime divise sono state acquistate su un sito giapponese, le nuove divise sono state disegnate da Sara D’avola apposta per noi. Il colore delle divise richiama il blu del marchio Maidolls. Tutte le Maid inoltre decorano e personalizzano la loro divisa perché rifletta la loro personalità. Il mio grembiule ad esempio è super decorato con spille e catenine d’oro con dettagli fuxia!

Come e perché avete scelto questo nome per il vostro café?
Il nome del nostro Maid Cafè, Team Royal è stato scelto a causa della grande quantità di dive, aristocratiche e ragazze di talento presenti nel team, perciò abbiamo pensato riflettesse bene la nostra composizione.

Cercate di seguire il modello giapponese o di interpretare a modo vostro il Maid Café come intrattenimento? In che modo? (cambiando spesso il tema dei vostri eventi, regole particolari, divise diverse…)

Il nostro stile di intrattenimento si potrebbe definire un occidentalizzazione del format giapponese, innanzitutto i clienti che vengono da noi vengono chiamati Milords e Miladies, anziché Goshujinsama e Ojousama [padrone e padrona] questo perché a nostro parere nel panorama italiano questi appellativi potrebbero creare disagio nei clienti o venire fraintesi. Inoltre nel nostro Maid Café vi è maggiore interazione tra le Maid e i Clienti, passiamo molto più tempo al tavolo con loro e proponiamo moltissimi giochi come il memory, il forza quattro e molti altri, non ve li descrivo tutti o vi toglierei la sorpresa per quando verrete a trovarci!
Non abbiamo ancora fatto un evento a tema, ma ne abbiamo qualcuno in programma quindi continuate a seguirci!

Pensate che in Italia possano nascere dei veri e propri locali a tema? O piuttosto rimarrà solo un intrattenimento per le fiere del fumetto? 
Per quanto ci riguarda più che pensare che possano nascere dei veri e propri Maid Cafè in Italia lo speriamo! Ora come ora abbiamo notato che questo genere di intrattenimento è poco conosciuto, anche dagli “addetti ai lavori” come ad esempio gli organizzatori di fiere, per poter arrivare ad aprire un vero e proprio locale secondo noi la strada è ancora lunga, ma ci stiamo impegnando a fondo affinché questo possa accadere.

Come vi sembra che sia accolto questo tipo di intrattenimento agli eventi che organizzate da chi non lo conosce?
Chi si approccia per la prima volta a questo mondo spesso lo fa con curiosità e un po’ di diffidenza, credo sia perché l’immaginario della Maid qui in italia sia contaminato dalle fantasie erotiche e perché diciamocelo, noi italiani spesso diffidiamo di ciò che consideriamo strano.
Una volta rotto il ghiaccio però l’intrattenimento viene molto apprezzato, da grandi e piccini, e i clienti scoprono che non c’è nulla di strano o sconcio in un Maid Cafè, ma è solo un occasione per divertirsi e farsi “coccolare” un po’.

Il servizio di Nadia Toffa delle Iene ha creato parecchi fraintendimenti riguardo il lavoro in un Maid Café, voi cosa pensate a riguardo e cosa volete fare nel vostro piccolo per cambiare l’opinione pubblica?
Personalmente non abbiamo sperimentato in prima persona fraintendimenti dovuti a quel servizio, forse perché non ha mai esplicitamente nominato i Maid Cafè.
In compenso abbiamo avuto moltissime manifestazioni di solidarietà da parte dei nostri Milords e delle nostre Miladies, non ci sono parole per esprimere quanto siamo grate del loro sostegno e per tutto l’affetto che ogni giorno ci viene dimostrato.
In quanto Maid lavoriamo duramente per poter permettere ai nostri Milords e Miladies di passare delle ore spensierate e allegre in nostra compagnia e la loro amicizia ci ripaga di ogni sforzo.
Da quando è uscito quel servizio si è molto chiacchierato su quello che succede o non succede in un Maid Cafè, il nostro consiglio è quello di provare prima di parlare. Pertanto cogliamo l’occasione per invitare tutti coloro che non conoscono questo mondo a venirci a trovare per passare qualche momento all’insegna dell’allegria e della serenità.
Perchè Maid Cafè vuol dire solo DIVERTIMENTO!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Miio insieme alla cosplayer Yuriko Tiger 😀

Concordo!! E per dimostrarvelo, lascio la parola anche a due delle tue colleghe che hanno deciso di rispondere a ulteriori domande: Kailyn La Rose Sucrée e Ice Glacage 😀

Ripetete i vostri nomi e ditemi quali sono i vostri talenti 🙂

ICE
La dolce Ice Glacage :3

Risponde Ice: Mi chiamo Ice Glacage sono la maid della neve! Una demone delle nevi giapponese, malvagetta e sbadatina sceso appositamente dalle monti nevose orientali per servirvi nel fantastico maid cafè del Team Royal!
Yuki Onna Shojo desu! yoroshiku!
Il mio talento è essere smemorata!
…..
Mmmmmh?! Come? Non è un talento? Allora sfidami nel gioco delle bacchette, stai certo che ti batterò! (U////U) (beh… Se vedi che stai vincendo… Perdi per me :P)

Risponde Kailyn: Il mio nome è Kailyn la Rose Sucrée. La traduzione di La Rose Sucrèe è letteralmente “dolce alle rose”. Nella pasticceria francese la Pate Sucrée è un’impasto simile ad una crostata, perciò ottimale anche per dei buonissimi biscotti ed è composta da farina, burro e vaniglia. La differenza sostanziale è che nell’impasto c’è la presenza di farina di mandorle. Dopo questa breve spiegazione ho pensato di prendere ispirazione per il mio nome da questo dolce per dei biscotti a forma di rosa e così nasce da qui La Rose Sucrée. Il Doll Master mi ha donato molti talenti, tra i quali spiccano il canto e le mie doti pittoriche, ma penso che il talento migliore che il Doll Master possa avermi dato sia quello di saper ascoltare i nostri clienti e saperli far sorridere e divertire sempre, senza mai rompere l’incanto del Maid Café.

Avevate già fatto esperienze da cameriere? Perché avete deciso di far parte del team?

Risponde Ice: Si ho lavorato come cameriera in un ristorante normale e assicuro che servire in un maid cafè è molto diverso, c’è un approccio più diretto con il cliente, si gioca, si scherza, c’è più divertimento e allegria.
Questo è il mio primo team. Avevo deciso di farne parte perché i maid café appaiono spesso nei manga e anime giapponesi e volevo provare a conoscere questo mondo più da vicino. Da una semplice curiosità ora è diventato un vero hobby.

Kailyn La Rose Sucrée
L’affascinante Kailyn La Rose Sucrée :3

Risponde Kailyn: Sì, in passato ho già avuto esperienze da cameriera in bar/caffetterie , ma nulla può essere paragonato all’esperienza che sto vivendo con il Maid Café. Fin da piccolina ho sempre desiderato di poter lavorare all’interno di uno di questi fantastici Maid Café che vedevo nei miei anime e manga. Non appena seppi che a Milano ci sarebbero state delle selezioni mi fiondai a farla con il timore di non essere presa, ma alla fine eccomi qui a far parte del miglior team che ci possa essere, di cui io sono estremamente fiera ed orgogliosa. Nonostante un periodo di assestamento, ora so di poter contare sulle mie colleghe, perché tutte mettiamo anima e corpo in questo progetto , investendo tempo e le nostre abilità individuali per poter creare un team sempre più efficiente e per migliorare sempre più il Maid Café sotto tutti i punti di vista. Per questo ho scelto di continuare questa esperienza meravigliosa con loro.

Quali qualità pensate si debbano avere per poter fare la maid o il butler?

Risponde Ice: Voglia di migliorare e impegnarsi!

Risponde Kailyn: Non penso ci siano delle qualità predefinite per poter essere una maid, visto che l’originalità dei nostri personaggi sta proprio nella ben definita particolarizzazione dei distinti caratteri di ognuno di noi , ma suppongo che la qualità più importante sia quella di saper intrattenere e animare senza mai uscire dal proprio personaggio, così che la magia che si viene a creare con il rapporto cliente-maid non venga spezzato.

Qual è il cibo che servite che preferite?

Risponde Ice: I teneri pacchetti animaletto di patatine con la salsina!

Risponde Kailyn: Essendo un amante spassionata del the delle cinque oserei dire, adoro il Bubble tea. Esso è composto da una base di the miscelato a del latte o succo di frutta con dentro delle palline di tapioca o gelatine d frutta. E’ una bevanda dolce ed estremamente gustosa con molte varianti di gusti per ciò direi proprio che è la cosa che preferisco adorando le cose dolci.

Cosa ti piacerebbe poter portare ai vostri eventi (nuovi cibi, nuovi giochi, più spettacoli, una durata più lunga dell’evento ecc.)

Risponde Ice: Mi piacerebbe che si organizzassero gare che possano coinvolgere più persone. Vorrei tanto che si possano portare del gelato oppure la kakigori, la granita giapponese (suppongo che sarà divertente prepararli e sopratutto deliziosi da mangiare, gnam gnam!).

Risponde Kailyn: Noi ai nostri eventi vorremmo sempre portare cose nuove che facciano divertire ed appassionare i nostri clienti, ad esempio un assortimento di cibi più ampio magari fatto direttamente da noi, nuove sfide sempre più esaltanti dove magari si possa integrare tutto il locale e non solo il tavolo a cui si sta facendo il servizio. Io, ad esempio, personalmente vorrei potermi esibire e cantare per loro o poter fare un ritratto a tutti coloro che vincono la mia sfida. Tutte ci impegniamo a tirare fuori nuove idee per questo continuate a seguirci per scoprire le novità del nostro Maid cafè.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ice, Kailyn, la loro collega Sophie e un loro cliente al Forlive 😀

Vi è mai successo che qualche cliente vi facesse avances o avesse comunque comportamenti spiacevoli nei vostri confronti? Come avete reagito?

Risponde Ice: Ci sono stati dei clienti che han cercato di tirarmi il codino o sollevarmi la frangetta e questi comportamenti non mi sono graditi particolarmente. Ho preso le distante con un saltellino o abbassando la frangetta con timidezza, dopodiché ho cercato di allontanarmi lentamente.

Risponde Kailyn: Mi è capitato che dei clienti facessero delle avances, ma mai nessuno è scaduto nel volgare. Normalmente, invece, quando dei clienti hanno dei comportamenti spiacevoli tendo a fargli capire che non è un comportamento che deve tenere nei riguardi di una donzella, perché un gentiluomo non si proporrebbe mai scortese o volgare nei confronti del gentil sesso e se anche questo non li porta a demordere, faccio leggere loro il cartellone con su scritte le regole per poter entrare all’interno del Maid Cafè. Solitamente dopo aver visionato il cartellone chiedono scusa e adottano un comportamento consono per la permanenza all’interno del Maid Cafè senza creare ulteriori disagi a noi Maid. Se invece ci sono dei clienti particolarmente insistenti li si allontana in modo deciso.

Come ti senti quando il vostro evento finisce? Soddisfatta/o?

Risponde Ice: Un evento dura troppo poco, il tempo passa troppo velocemente (>x<)!!! Però principalmente mi ritengo soddisfatta perché ogni evento acquisisco nuove esperienze e approccio con diverse persone imparando come affrontarli.

Risponde Kailyn: Ogni volta che un evento arriva a conclusione ho una marea di emozioni a cui far fronte oltre al sentirmi fisicamente spossata. Quello che provo si può definire come un tornado di felicità e tristezza. Felicità per i meravigliosi ricordi dei momenti passati con i clienti e le altre Maid, tristezza perché ogni volta penso che finiscano troppo in fretta, che le giornate volino davanti ai miei occhi , il momento prima è mattino e ci stiamo preparando ed il momento dopo stiamo già disallestendo perché dobbiamo tornare a casa. A volte sono estremamente soddisfatta di ciò che abbiamo fatto a volte penso che si potesse dare di più e che non si sia fatto abbastanza. Però la sensazione che più è presente è quella del “quando sarà il prossimo evento?” ed è l’emozione che solo l’aspettativa ti può dare.

Raccontatemi qualche aneddoto divertente su come si comportano e reagiscono le persone e come avete cercato di rispondere.

Risponde Ice: vi riporto un breve dialogo avvenuto realmente con un cliente!
Kailyn: “Ice, questo ragazzo vorrebbe intortarti”
Ragazzo: “sai cosa vuol dire intortare?”
Ice: “mmmh… Prendere una torta e tirarla in faccia?”
Kailyn: “No, sarebbe: provarci spudoratamente con te!”
Ice: “Ah….”
Ragazzo: “L a prossima volta che ci incontriamo posso intortarti?”
Ice:”Beh ricordati di preparare la torta (=u=)/”

Risponde Kailyn: Ad un evento un signore sulla cinquantina completamente estraneo alla cultura giapponese mi chiese che cosa stessimo facendo vestite tutte uguali e portando del cibo al tavolo, allora gli spiegai essenzialmente quello che stavamo facendo. Che siamo un Maid Café in stile giapponese e che quindi oltre a servire dolci e salati come in un normale café c’è in più l’intrattenimento da parte di una di noi Maid, con la quale si passa un momento ludico tra le chiacchiere e le sfide ai nostri giochi.
Il signore interessato mi chiese di poter partecipare e così feci. Servii il suo tavolo, lo sfidai al gioco delle bacchette cinesi e quando perse in modo catastrofico gli feci fare un perfetto baciamano da gentiluomo visto che questa è la mia penitenza. Dopo aver scontato la pena il signore mi prese da parte e mi disse che quello che facevamo era estremamente coinvolgente e innovativo e che ci augurava buona fortuna per la riuscita del nostro progetto di poter rendere più noto che cos’è un Maid Café e un domani poter avere un locale nostro dove poter offrire questo tipo di intrattenimento.

Team Royal a MAE 2016
Il Maidolls al MAE 2016! Conoscete la prima maid a sinistra? Si chiama Pinky ma su Youtube è Esther Lipofago, ve la consiglio perché i suoi video sono molto carini e divertenti ^^

Cosa ne pensano di questa vostra attività i vostri genitori e amici esterni al mondo dei maid café e della cultura giapponese?

Risponde Ice: I genitori non sono molto contenti che partecipi a questi tipi di eventi, perchè ritengono che sia infantile e non amano particolarmente il Giappone, ma per me risulta importante perché con questi eventi riesco a parlare di cose che mi piacciono, conoscere nuove persone con il mio stesso hobby.

Risponde Kailyn: Per miei genitori il Maid Café è un ottimo modo per dare spazio ad un attività imprenditoriale con un’interazione con i clienti in maniera fantasiosa, considerato il mondo degli anime e manga e in maniera ludica considerato il fatto che si gioca con loro. Non essendo una cosa nuova, visto e considerato che in Giappone esistono già dei Maid Café, pensano però che in Italia questo nuovo modo di fare “bar” possa dare nuovo spazio ai giovani che hanno voglia di intraprendere qualcosa di diverso e creare nuove alternative a coloro che di solito frequentano un classico bar. Per i miei amici è stato un attimo strano sapere che lavoravo in un Maid Café, perché, se non per qualcuno di loro, era un mondo completamente sconosciuto. Dopo avergli piegato in che cosa consisteva questo lavoro mi hanno semplicemente detto di continuare e non arrendermi mai, perché era una cosa estremamente innovativa e particolare che può far divertire non solo quel target di persone che sono appassionate alla cultura giapponese, ma anche chi semplicemente vuole passare del tempo all’insegna del divertimento gustando del buon cibo e in buona compagnia

Risposte perfette fino adesso, ragazze! Ultima domanda: cosa pensate vi stia lasciando di importante questa esperienza?

Risponde Ice: Sono una persona estremamente timida e attraverso questa esperienza ho potuto dimostrare che riesco a comportarmi diversamente davanti alle persone che conosco per la prima volta, mostrando la mia parte birbante.

Risponde Kailyn: Quest’esperienza mi sta lasciando dei ricordi meravigliosi di momenti che ritengo indimenticabili, visto e considerato che tutto ciò che ricordo e circondato da sorrisi e soddisfazioni, ma anche da momenti di tensione e sgomento. Proprio per questi momenti, personalmente parlando, posso dire che il Maid Café, più che lasciato ,mi sta insegnando a far fronte alle difficoltà non solo per me stessa in quanto tale , ma a far fronte a delle situazioni problematiche e di alto impegno insieme al mio team. Io sono sempre stata della scuola “chi fa da se fa per tre”, ma dopo aver conosciuto le mie colleghe, il mio team, ho scoperto che quando si da fiducia e si va a creare un rapporto di complicità si possono creare cose meravigliose, dove non arriva una di noi c’è sempre un altra di noi che da dietro o con una parola giusta dà la spintarella per continuare nel modo corretto. Mi ha insegnato ad avere fiducia in me stessa e nelle mie capacità, ma anche di poter riporre la mia fiducia in altre persone. Mi ha insegnato a non avere più così timore dei luoghi estremamente affollati che prima mi davano un senso enorme di oppressione, ma ora quando sono ad un evento la folla e come se fosse casa mia . Se dovessi scrivere tutto quello che il Maid mi sta donando starei qui delle ore intere, anche il semplice fatto di riuscire a far sorridere e divertire i nostri clienti e sentirci dire che siamo bravissime in quello che facciamo mi insegna qualcosa e mi lascia qualcosa. Ogni cliente che incontro, ogni persona che si ferma a chiederci delle informazioni, ogni persona che ci lascia con un “a presto e alla prossima volta” mi regala un esperienza.

Non credo serva spendere ulteriori parole in più sul perché dobbiate provare almeno una volta nella vita a venire al Maid Cafè dopo tutto quello che ho detto precedentemente. Ma se un giorno vi viene voglia di passare un pomeriggio diverso rispetto al solito aperitivo al baretto o al solito caffè venite da noi Maidolls, che oltre ad avere buon cibo e un buon caffè c’è anche un ottima compagnia!

Grazie, ragazze, per le vostre meravigliose risposte! Questa è stata una lunga intervista e spero vi sia piaciuto leggerla e saperne di più 😀 vi lascio i link per la loro pagina, dove troverete gli aggiornamenti sui lor prossimi eventi (uno già a settembre!) e mi raccomando, seguite anche Kotodama and Tea Time su facebook!
Grazie a tutti della partecipazione e ci vediamo al prossimo maid café! 😀

Link utili del Maidolls:
Facebook: https://www.facebook.com/TeamRoyalMaidolls
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UC4jaST4gt5V-t0KSv4QA-Kw
Ask: http://ask.fm/TeamRoyalMaidolls

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...