CULTURE CLUB: Maid Café Kiseki

Dopo molta attesa, ritorno anche sulla rubrica culturale, per portare a conclusione la serie di interviste fatte ai Maid Café italiani! Questa volta è il turno del Kiseki, un gruppo veramente super kawaii! Ci parla di loro Madoka, il loro leader ^^

Ciao Madoka! Da quanto è attivo il Kiseki Maid & Butler Café e come è nato?
Siamo attivi da marzo 2015. In principio, con altri membri che poi sono diventati parte del Kiseki avevo fondato un piccolo Maid cafè indipendente. Tramite conoscenze sono venuta in contatto con il ragazzo che attualmente è il nostro manager, che condivideva in pieno la nostra idea di progetto, ed insieme abbiamo iniziato a fare provini per formare il gruppo originario.

Dai una tua personale definizione di Maid/Butler Café, descrivendo anche cos’è per te il lavoro della maid/del butler e che cosa rappresenta per te dal punto di vista affettivo e professionale il Maid/Butler Café di cui fai parte.
Il Maid/butler café per me, altro non è che una tipologia di locale in cui ragazzi e ragazze fanno il classico servizio di caffetteria intrattenendo la clientela con giochi, balletti e piccole magie, ed indossando abiti particolari che ricordano le divise delle cameriere Francesi. Per me, il lavoro della Maid, è semplicemente far divertire le persone, cercando di interpretare al meglio il mio personaggio e facendo trascorrere momenti indimenticabili immersi in un mondo di fantasia e Moe.
Difficile descrivere cosa il Kiseki rappresenti a livello affettivo per me, siamo una grande famiglia, ci aiutiamo a vicenda per rendere unico il nostro lavoro e per me, come per gli altri, più che un lavoro è una passione che coltiviamo giorno per giorno.

madoka
Ecco a voi la biondissima e super moe Madoka!

Perché hai deciso di fare la maid? Quali fattori ti hanno spinto in questa direzione?
E’ iniziato tutto per gioco, essendo appassionata di cultura Pop Giapponese ed avendo vissuto in prima persona l’esperienza dei veri Maid Cafè di Akihabara ho voluto provare a riproporre anche in Italia questa tipologia di intrattenimento, dato che mi aveva colpita particolarmente per la sua originalità nell’unire, ballo, canto e servizio di caffetteria.

Come è strutturato il Kiseki? Quanti siete, che ruoli avete, che cosa proponete (quali giochi, quali spettacoli, quali cibi ecc.)
Attualmente siamo in 10 Maid e 3 Butler.. Ci sono io che sono la Leader/Capo Maid, 2 vice capo Maid, il nostro manager ed un collaboratore (fotografo, assistente generale). Generalmente proponiamo vari giochi tra classici come giochi da tavolo o rompicapo e altri inventati da noi, quindi original. Per quanto riguarda gli spettacoli eseguiamo performance di ballo (para para e cover dance j-pop e K-pop) e canto (j-pop e anime cover) I cibi invece, variano a seconda dell’evento /location e del locale che ci ospita e spaziano dai dolci genereci al cucchiaio, alle crepes salate ecc.

Come avete scelto i membri del vostro team e i vostri nomi? Come avete stabilito il leader e i vari compiti per l’organizzazione degli eventi? Se ci sarà bisogno, amplierete il gruppo con delle selezioni?
Tutti i membri del nostro staff sono entrati tramite provino attitudinale. I nomi sono stati scelti da loro a seconda delle preferenze, prediligendo nomi giapponesi. Io, essendo la ragazza che in origine aveva fondato il primo Maid Café, sono stata nominata all’unanimità per continuare nel ruolo di capo Maid. Generalmente, per quanto riguarda l’organizzazione degli eventi ce ne occupiamo io e il Manager ovviamente discutendo anche con l’intero gruppo per definire i vari aspetti. Per la parte grafica/pubblicità se occupa una delle vice capo maid mentre per la parte logistica varia a seconda dell’evento.
Nell’eventualità che ci sia bisogna di ampliare il gruppo, sono previste delle selezione che verranno fatte a tempo debito.

In che zona operate? Avete una sede fissa o andate solo per fiere e locali? Se non avete un locale fisso, avete mai pensato di affittarne uno e di aprire una vera e propria attività?
Principalmente operiamo nella regione Toscana ma all’occorrenza ci spostiamo anche in zone/ regioni limitrofe. Non abbiamo una sede fissa ma alterniamo la nostra presenza tra locali e fiere del settore. Aprire un locale nostro sarebbe un sogno, ma per il momento non è nei nostri progetti a medio/breve termine.

Raccontami un evento tipo del tuo Maid/Butler Café dal tuo punto di vista. Come accogli i clienti, interpreti il tuo personaggio? Come vi coordinate tu e i tuoi compagni? Come si svolge l’intero evento?
Cerco di attenermi allo stile classico giapponese, quindi usando frasi in lingua e interpretando il mio Dere, dall’accoglienza al saluto del cliente. Generalmente ognuno di noi si occupa di un proprio tavolo, ma capita a volte di seguire gli stessi clienti per esigenze varie. Durante l’evento, se c’è lo spazio e la possibilità eseguiamo anche balletti e karaoke.

kiseki-darsena-comics-2016
Maid e Butler del Kiseki al Darsena Comics 2016!

Parlami del tuo “personaggio” (abbigliamento, carattere, provenienza, ecc.) e delle tue specialità.
Il mio personaggio è la tipica Maid Moe, nekomimi (donna gatto), indosso la divisa del nostro Café con accessori miei rosa, orecchie da Gatta e a volte anche la codina. Sono sempre carina e dolce con i clienti e mi atteggio da gattina usando spesso il “Nyan” nelle mie frasi.

Come vi procurate i materiali per gli eventi? Vi fate carico delle spese o avete degli “sponsor”?
Per i materiali e anche per le spese che riguardano gli eventi se ne occupa il manager e non abbiamo nessuno sponsor.

Come avete scelto e creato le vostre divise?
Per le divise abbiamo semplicemente scelto la divisa classica da Maid, ordinandola in un sito specifico. Abbiamo diversi outfit oltre all’abito Maid, la divisa invernale, una da palco, e una seifuku.

Come e perché avete scelto questo nome per il vostro café?
Originariamente il mio primo café si chiamava “Miracle Maid Café”, successivamente per la serie di strani eventi e equivoci che mi hanno portata a conoscere il Manager abbiamo deciso di convertire il nome in Kiseki, che significa sempre miracolo ma in giapponese, perché effettivamente è stato un piccolo miracolo ad unire tutto il gruppo.

kiseki-a-laspezia-comics
E guardate infatti quanto erano miracolosamente belli al La Spezia Comics&Games! *O*

Cercate di seguire il modello giapponese o di interpretare a modo vostro il Maid Café come intrattenimento? In che modo?
Partiamo dal modello giapponese ma lo reinterpretiamo in maniera più occidentale per venire incontro ai gusti del pubblico rimanendo comunque fedeli il più possibile senza stravolgere lo stile originale.

Pensate che in Italia possano nascere dei veri e propri locali a tema? O piuttosto rimarrà solo un intrattenimento per le fiere del fumetto?
In Italia potrebbero nascere dei locali a tema in stile Maid café, però attualmente la loro realizzazione nelle fiere del fumetto rimane più pratico e facile. Il problema principale sono i costi ingenti di inizio attività e mantenimento. Limitazione che anche i normali locali hanno.

Come vi sembra che sia accolto questo tipo di intrattenimento agli eventi che organizzate da chi non lo conosce?
Fino ad ora abbiamo sempre avuto riscontri positivi anche da chi non conosceva assolutamente il tipo di servizio. Molte famiglie con bambini si sono divertiti ai nostri eventi senza sapere assolutamente di cosa si trattasse. Segno che quella del Maid café è una tipologia di intrattenimento fruibile da chiunque, indipendentemente dall’età e dai gusti personali.

Il servizio di Nadia Toffa delle Iene ha creato parecchi fraintendimenti riguardo il lavoro in un Maid Café, voi cosa pensate a riguardo e cosa volete fare nel vostro piccolo per cambiare l’opinione pubblica?
Il servizio delle Iene è stato fatto per creare sensazionalismo (nello stile della loro trasmissione). Purtroppo è stata fatta disinformazione su diversi aspetti in particolare quello del Maid che è stato legato ad attività anche di prostituzione. Come ho spiegato anche nelle risposte precedenti, il Maid café non è in alcun modo legato a quel tipo di ambiente, ne in Italia ma tantomeno in Giappone. Noi nel nostro piccolo continueremo a fare il nostro lavoro come sempre sperando di coinvolgere sempre più persone in modo da dimostrare con i fatti quanto sia innocente questo mondo tanto da poter coinvolgere anche dei bambini con le loro famiglie.

Grazie Madoka per le ottime risposte! Di seguito ho fatto qualche domanda anche agli altri membri, che hanno voluto partecipare tutti, perciò risponderanno ad una a testa, se volete saperne di più vi basterà seguirli sulla loro pagina facebook, linkata alla fine dell’intervista!

megu-press
Megumi ❤

Come ti chiami e qual è il tuo talento?
(Maid Megumi) Mi chiamo Megumi , che in giapponese vuol dire “benedizione”. Sono la majokko del gruppo, quindi il mio talento è la magia, e la uso volentieri per mettere in atto i miei scherzetti verso i Goshujin-sama e ojou-sama.

Avevi già fatto esperienze da cameriera/e? Perché hai deciso di far parte del team?
(Maid Momo) Sì, ho lavorato (e lavoro tutt’ora) come cameriera in ristoranti ed hotel, ed è proprio questo ad aver accentuato il mio desiderio ad entrare nel team! (≧◡≦)
Mi piace lavorare a contatto con le persone, e il Kiseki mi ha dato la possibilità di poter non solo fare ciò che mi piace, ma poter in prima persona essere l’artefice del divertimento dei miei clienti! \(^
^)/

Momo kiseki rid.jpg
Momo ❤

Quali qualità pensi si debbano avere per poter fare la maid/il butler?
(Maid Rika) Per essere una buona Maid o un buon Butler non servono particolari qualità, chiunque di noi ne possiede già qualcuna (ne sono sicura`・ᴗ・)9 ) e quindi basterà giocare a favore di quelle per impostare bene il proprio personaggio! (`ω´)
La nostra funzione sta nel far sentire a nostro agio e far divertire il nostro cliente o la nostra cliente, una volta raggiunto questo obbiettivo possiamo già ritenerci molto soddisfatti! (
灬♡ω♡)
Ovviamente un buon aspetto influisce in qualche modo con il risultato finale, ma per quello basterà giusto un po’ di cura estetica e sono sicura che farete tutti un figurone!
٩(^ᴗ^)۶

rika-rid
Rika ❤

Qual è il cibo che servite che preferisci?
(Maid Yui) Oohh cibo?? Eccomiii pyoon ! Amo i nostri biscottini, soprattutto i cookies (ノ≧ڡ≦) ma anche i cake rolls, le costrate, i muffin, la torta al cioccolato e… Oh dovevo dirne solo uno? Eheh scusate ma mi è presa fame pyon (*´∀`*)

Cosa ti piacerebbe poter portare ai vostri eventi (nuovi cibi, nuovi giochi, più spettacoli, una durata più lunga dell’evento ecc.)
(Maid Hanami) M-mi piacerebbe moltissimo riuscire ad inserire il karaoke nei nostri eventi (⁄ ⁄•⁄ω⁄•⁄ ⁄)⁄ Adoro cantare, e ho delle colleghe (Madoka-sama in primis) che sono davvero bravissime! E poi sarebbe uno spasso vedere i nostri adorabili clienti dilettarsi in una cosa del genere ~

rena-rid
Rena <

Ti è mai successo che qualche cliente ti facesse avances o avesse comunque comportamenti spiacevoli nei tuoi confronti? Come hai reagito?
(Maid Rena) Purtroppo a volte è capitato che abbiamo avuto a che fare con qualche “screanzato” di turno, venuto esclusivamente per fare il marpione e per rimediare le nostre informazioni (se siamo fidanzate/i o persino il numero di cellulare). Io rispondo sempre con educazione e professionalità, nonostante dentro di me ..GRRRR (((
д;))) LA RABBIA! La nostra privacy non vi riguarda affatto e siamo tutte serissime nel nostro lavoro, chiaro?! Poi ovviamente non siamo chiuse nel fare amicizia, ma ecco.. non deve partire con quello scopo!
Per adesso, fortunatamente, non si è verificato nessun episodio così “esagerato”, ma se mai capitasse.. il mio drago li brucerà vivi! Ehm no, il nostro Goshujin-Sama che ci vigila sempre, verrà subito in nostro aiuto (
ω)

sakura-kiseki-rid
Sakura ❤

Come ti senti quando il vostro evento finisce? Soddisfatta?
(Maid Sakura) Alla fine di ogni evento mi sento molto soddisfatta, perché ogni cliente che è venuto anche solo per una bevuta se ne va sempre con un sorrisone enorme e la cosa non può che rendermi felice! Dall’altra parte però, mi sento triste perché, come tutte le cose belle, finiscono troppo in fretta… però penso già all’evento successivo, a come far divertire i nostri clienti, penso ai loro sorrisi ed ai loro complimenti e tutto ciò mi sprona a fare sempre del mio meglio !

Raccontami qualche aneddoto divertente su come si comportano e reagiscono le persone e come avete cercato di rispondere.
(Butler Nobu) E-eh ce ne sarebbero molti da raccontare! Una volta però mi ha incuriosito molto una domanda che mi è stata fatta quando si è presentato Takumi (la mia seconda personalità) (☆ω☆) Dato che lui “appare” quando non ho gli occhiali da vista, un Goshujin sama mi chiese “Se tu Nobu porti gli occhiali, come fa a vederci Takumi che è senza?” In quel momento ho sorriso all’idea che una persona si stesse appassionando a noi tanto da chiedersi cose di questo genere, inoltre mi piacciono molto le domande intelligenti (o´∀o) Siete curiosi di sapere la risposta? eheh (ω<)☆ Le mie parole sono state “Gli occhiali in realtà sono senza gradazione, li indosso perché sono stati incantati da Megumi chan in modo da tenere a bada Takumi” (*゚▽゚*)sapete ha un carattere parecchio scontroso al contrario di me eheh…. (^• ω •)

nobu-kiseki-ridCosa ne pensano di questa vostra attività i vostri genitori e amici esterni al mondo dei maid café e della cultura giapponese?
(Butler Nobu) Quando, dopo tanti tentativi, capiscono cosa sia un Maid Cafè, si interessano e nelle persone più improbabili si accende (nel senso figurato, nessuno tende a bruciare di solito…) il desiderio di diventare maid o butler perché ritenuto molto “figo”! ma il momento della spiegazione iniziale è un tasto dolente, moooooolto dolente! Non perché faccia male nel vero senso della parola, mi duole in senso figurato, ma non fa male anche se sembra, cioè…aaaaaaaaaaah…avete capito insomma! Il problema è il MODO in cui lo recepisce una persona che non ha idea di cosa sia il Maid Cafè…infatti i doppi sensi sono inevitabili nel momento in cui pronuncio frasi come “devo intrattenere il cliente” o “il prossimo servizio, farò il mio debutto”. Il risultato è che i miei amici e parenti mi domandano “come va il tuo lavoro da gigolò?” ed è m-m-molto i-imbarazzante insomma! Però devo ammettere che sto migliorando!

Cosa pensate vi stia lasciando di importante questa esperienza?
(Maid Sakura) Questa esperienza da maid mi sta insegnando molto! Mi ha fatto capire come devo comportarmi con un cliente, come il gioco di squadra con i miei colleghi sia importantissimo in questo settore, ma soprattutto, mi ha insegnato che ci vuole poco per far sorridere un goshujin-sama o una ojou-sama… il loro sorriso è un piccolo premio che otteniamo per il nostro lavoro.

 

Ho adorato ogni singola risposta e spero che anche voi abbiate apprezzato l’impegno dei ragazzi del Kiseki, che erano presenti anche al Lucca Comics! Perciò eccovi, come promesso, la loro pagina facebook per sapere quando ci saranno i loro prossimi eventi e seguirli nelle loro avventure!

https://www.facebook.com/kisekimaid/?fref=ts

Io vi ringrazio infinitamente per essere giunti fin qui, ci vedremo il prima possibile, spero, con le nuove letture che sono riuscita a procurarmi dal Lucca Comics!
A presto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...