GG – Games&Gadget: Doki Doki Literature Club

IN QUESTO ARTICOLO CI SARANNO PESANTI SPOILER DEL GIOCO, se hai intenzione di giocarlo senza sapere niente, torna quando lo avrai provato!

Quando ho deciso di giocare a questo gioco mi ero, ahimè, già fatta qualche spoiler: conoscevo già le sembianze e i nomi dei personaggi ma soprattutto ero al corrente di un particolare avvenimento nel corso della storia. Tuttavia ho pensato di giocarlo lo stesso in quanto gratuito su Steam, dalla grafica carina e poiché il suo format era a me familiare.

Doki Doki Literature Club, infatti, appare all’inizio come un comune galge: una visual novel dove l’obbiettivo è conquistare una delle ragazze da cui il giocatore si troverà circondato. Questo ovviamente non limita l’esperienza di gioco, anzi, in un galge si può provare a fare tutte le route e quindi conquistare tutte le ragazze disponibili. Il punto è che Doki Doki Literature Club non si limita ad essere un semplice galge e, da quando l’ho giocato completando due finali alternativi sui vari che si possono ottenere, ho sentito il bisogno di parlarvene, perché c’è tantissimo da dire.

Ma andiamo con ordine.

Suddette ragazze, che incontreremo una dietro l’altra dopo poche schermate di dialogo, fanno parte del club di letteratura della scuola e noi giocatori verremo praticamente trascinati all’interno di questo club da una di loro, la nostra vicina di casa e amica d’infanzia Sayori. Gli altri membri sono ragazze una più carina dell’altra e che rispondono a qualunque gusto voi possiate avere, perché tutte corrispondenti ad un dere, cioè uno stereotipo che già troviamo diffusissimi in manga e anime: se Sayori infatti è la Deredere fatta e finita (cioè una ragazza dall’animo positivo, allegro, un po’ ingenuo e tenero), Natsuki invece è la tipica tsundere (che mostra quindi il suo lato scorbutico per nascondere quello più dolce), Yuri è una kuudere (avendo un carattere enigmatico, più timido e silenzioso, e mostrando distacco dal mondo circostante) e infine Monika è la perfetta presidentessa del club, bella e brava in ogni cosa.

Doki-Doki-Literature-Club.jpg

Continua a leggere

Annunci

GG – Games&Gadgets: Kodama

Era tanto che non scrivevo di giochi da tavolo, ma finalmente ne ho trovato un altro di cui parlarvi, molto semplice e carino!

kodamamaterials

Si tratta di Kodama: The tree spirits, un gioco di carte della Uplay ideato da Daniel Solis.
Come potete ben immaginare, ho scelto di parlarvi di questo gioco poiché consiste nel far crescere degli alberi che saranno ricettacoli per i nostri kodama, spiriti della natura che risiedono appunto nelle piante. Abbattere questi alberi porterebbe sventura, per cui sarà nostro dovere rendere l’albero grande e accogliente per questi spiritelli.

20170823_001224Le regole sono molto semplici. Tutti i giocatori partiranno con una carta-tronco, da tenere sul bordo del tavolo poiché, crescendo, il nostro albero potrebbe diventare decisamente ingombrante! Su ogni carta-tronco è presente una caratteristica: vermetto, nuvola, fiori, funghi, stella o lucciola. Queste si trovano anche sulle carte-ramo, che andremo a scegliere a turno dalle quattro scoperte al centro del tavolo. La plancia segna-punti riporta anche le tre stagioni di cui si compone la partita: queste ci aiuteranno a scandire i round per la scelta delle carte-ramo.

 

20170831_000513
Ecco come pian piano si estenderà il vostro albero (feat. la bottiglia di sciroppo alla violetta che mi hanno regalato, buonissimo!)

Continua a leggere

GG – Games&Gadgets: Kanagawa

​Era tanto che non parlavo di qualche gioco a tema, quindi eccomi qua con una nuova recensione!

Oggi diventeremo allievi della scuola di pittura del grande maestro Katsushita Hokusai in un gioco che porta il nome di una località che egli stesso ha rappresentato: Kanagawa 🙂 ma non spaventatevi, non dovrete disegnare nulla per davvero 😉

Kanagawa è un gioco dove strategia e fortuna vanno combinate per arrivare alla vittoria, così come in pittura e in qualsiasi altra arte non basta solo il talento ma serve anche esercizio e costanza!

Direi che sono proprio queste due le parole chiave in Kanagawa, visto che per vincere si deve riuscire a creare un dipinto lungo 11 pezzi, studiando tecniche di pittura e riuscendo a dipingere più soggetti possibili per guadagnare più punti.

Ma vediamo meglio come sono strutturati l’area di gioco e i turni.

Continua a leggere

GG – Games&Gadgets: Mystic Messenger

L’internetto e i social ormai minano la mia resistenza alle tentazioni da un pezzo. Pensavo che stavolta avrei saputo trattenermi. E invece no.

Mystic Messenger potrebbe diventare la vostra rovina psicologica, specie se siete single, perché alzerà ancora di più i vostri già improbabili standard.

Perché dico questo? Mystic Messenger è un otome game coreano, cioè un gioco per ragazze (il termine viene dal giapponese e la sua controparte maschile è chiamata galge) nel quale lo scopo è, semplicemente, conquistare il cuore dei ragazzi protagonisti della storia, tramite una serie di dialoghi ed eventi predefiniti. A seconda delle risposte che sceglierete lungo la storia, potreste riuscire a trovare l’amore della vostra vita virtuale oppure ritrovarvi con un pugno di mosche in mano a chiedervi dunque come abbiate fatto a perder così tanto tempo dietro a quel gioco.

mm-cover

Continua a leggere

GG – Games and Gadgets: Take no Ko

Salve a tutti! Oggi ritorno su questa rubrica per parlarvi di un nuovo gioco 😀 il nostro Terence del Magic Warrior è “in ferie” ma prometto che la prossima volta tornerà qui a (s)parlare dei giochi che proveremo xD

Stavolta, al posto dei gattini (vi ricordate di Neko-In? Se non lo avete ancora fatto, leggete la recensione che ho scritto su questo gioco micioso!), troviamo niente meno che un panda pronto ad abbuffarsi di bambù grazie a voi!

Ma andiamo con ordine, non vorremo mica che gli vada tutto di traverso, no?

20160505_012753-1
Già dalla scatola piace subito. Il riferimento è palese, no? 😉

Continua a leggere

GG – Gadget&Games: il Professor Layton VS Phoenix Wright-Ace Attorney

Per il mio compleanno ho ricevuto diversi regali, tutti bellissimi! Ringrazio infatti da subito coloro che hanno avuto un pensiero per me, sia facendomi un regalo che mandandomi gli auguri, l’ho apprezzato tanto!

Passata più di una settimana, ora sono qui a parlarvi di uno di questi regali, che mi ha tenuta attaccata al mio 3DS fino alla fine 😀

Sono una grande appassionata dei giochi del Professor Layton: è un personaggio carismatico e interessante sotto molti punti di vista e nei sei giochi della sua serie ho sempre trovato un piacevole passatempo. C’è azione, c’è mistero, ci sono gli enigmi da risolvere che mettono alla prova il giocatore, c’è sentimento e un’ottima resa grafica, per non parlare anche della colonna sonora, adattissima agli ambienti, che vanno dall’inglesissima Londra ai paesi misteriosi che Layton e il suo assistente Luke si trovano a visitare.

Quando ho finito l’ultimissimo gioco della serie, mi è rimasto un senso di vuoto che sono riuscita a colmare un po’ solo adesso, grazie al suddetto regalo di compleanno: il videogioco crossover tra Layton e Phoenix Wright!

Questi due personaggi, sviluppati da case produttrici diverse, si trovano quindi insieme in una nuova storia in cui si potranno portare avanti sia gli enigmi, sia i processi svolti dall’avvocato difensore Wright, come se i rispettivi giochi fossero davvero uniti in uno solo.

Tumblr_noczf5o5NA1tpkngio1_500
Sembra che Phoenix voglia darmi ragione puntando quel dito ahahah

Tra l’altro sono stati uniti alla perfezione: entrambi hanno egual spazio e le azioni di questi due personaggi sono utili per arrivare pian piano alla risoluzione della storia.

Sono quindi rimasta piacevolmente colpita sia dall’inserimento di Phoenix e della sua assistente Maya, per niente forzato e anzi, di grande aiuto, sia di ritrovare il mio amato Professore e i suoi enigmi.

Questa volta la storia inizia con la fuga di due giovani, Sebastian Fate e Luna Minstrel. Non si capisce da cosa stiano fuggendo ma di sicuro è pericoloso. Luna riesce a scappare e raggiungere il professor Layton nel suo alloggio per consegnargli la lettera di Sebastian in cui il ragazzo chiede l’aiuto del professore per proteggere quella ragazza. Ma Luna viene rapita da ciò che la stava inseguendo, apparentemente una strega, quindi il professor Layton e Luke decidono di salvarla e capire chi la sta inseguendo e perché.

Continua a leggere

GG – Games&Gadgets: Neko-In ovvero GATTINI!

Salve a tutti! Dopo due settimane di silenzio, ecco la prima recensione di giochi da tavolo su questo blog 😀 tanto per cominciare, ho scelto per voi un gioco molto carino e piacevole: Neko-In, che è uscito al Lucca Comics 2015 sotto il marchio Red Glove (della quale ho provato anche altri giochi che potrei recensire più avanti) e che ha venduto immediatamente moltissime copie.
Sicuramente l’attrattiva iniziale è data dai micetti in primo piano sulla scatola, che trasmette subito allegria e vivacità. Qualunque gattaro non resisterebbe alla tentazione!

neko-in_ok
Non lo trovate tremendamente kawaii??

 

Continua a leggere